Navarro Vals: «Scelta coraggiosa lascia dopo aver risolto gli scandali»

Must read

Apertura straordinaria del Teatro di Villa Torlonia a Roma

Sabato 24 Settembre 2022, alle ore 17.30, presso il Teatro Villa Torlonia, in via Via Lazzaro Spallanzani 1/A, a Roma, in occasione...

Michelangelo Pistoletto approda a Rende (Cs) grazie a Roberto Bilotti

A Rende (Cs) davanti al Comune giunge il "Terzo Paradiso", più che un'opera un simbolo, una icona che ha viaggiato per il...

Mons. Giuseppe Blanda: il saluto commosso tra Roma e la Sicilia

Mons. Giuseppe Blanda (Palazzo Adriano, Palermo 5.9.1936-Roma 19.7.2022) ci ha lasciati a ottantacinque anni ma solo fisicamente con la raccomandazione di stare...

Il Rosario per la Pace nel mondo

A conclusione del mese mariano Papa Francesco desidera offrire un segno di speranza al mondo, sofferente per il conflitto in Ucraina, e...

Una scelta «molto coraggiosa e molto spirituale». Joaquin Navarro Vals, portavoce di papa Wojtyla nonchè direttore della sala stampa vaticana per molti anni, commenta in questi termini la decisione del papa di lasciare il pontificato.
Navarro, interpellato dall’Adnkronos, dopo aver sottolineato la novità della situazione («è la prima volta nella storia della Chiesa», dice) tiene a fare notare come la decisione di Ratzinger sia maturata non in seguito agli scandali che hanno portato ad una mancanza di coesione nella Chiesa quanto ad un proposito maturato dal suo giudizio.
«La mancanza di coesione della Chiesa -evidenzia Navarro- non ha avuto alcun peso nella decisioni delle dimissioni perchè dobbiamo ricordare che è stato Papa Ratzinger a risolvere tutti gli scandali, mi riferisco alla pedofilia e alle vicende di Vatileaks. Ratzinger ha risolto tutti questi scandali e poi ha detto di non avere più le forze».
Riflettendo sulle dimissioni, a Navarro viene in mente l’ultimo periodo di pontificato di Papa Wojtyla, quando esercitava il ministero senza riuscire più a parlare. «Papa Wojtyla -ragiona Navarro- anche quando appariva stremato continuava a prendere lui tutte le decisioni. Decideva sulle nomine. Aveva quindi la forza di esercitare il pontificato. Cosa che non ha più Ratzinger perchè è lui stesso ad ammetterlo». Come sarà il futuro della Chiesa? «A partire dal 28 febbraio -spiega Navarro- si entrerà nel periodo della sede vacante». Dopo le dimissioni, Ratzinger «continuerà ad essere vescovo della Chiesa».

Fonte Il Messaggero

- Advertisement -

More articles

- Advertisement -

Latest article

Apertura straordinaria del Teatro di Villa Torlonia a Roma

Sabato 24 Settembre 2022, alle ore 17.30, presso il Teatro Villa Torlonia, in via Via Lazzaro Spallanzani 1/A, a Roma, in occasione...

Michelangelo Pistoletto approda a Rende (Cs) grazie a Roberto Bilotti

A Rende (Cs) davanti al Comune giunge il "Terzo Paradiso", più che un'opera un simbolo, una icona che ha viaggiato per il...

Mons. Giuseppe Blanda: il saluto commosso tra Roma e la Sicilia

Mons. Giuseppe Blanda (Palazzo Adriano, Palermo 5.9.1936-Roma 19.7.2022) ci ha lasciati a ottantacinque anni ma solo fisicamente con la raccomandazione di stare...

Il Rosario per la Pace nel mondo

A conclusione del mese mariano Papa Francesco desidera offrire un segno di speranza al mondo, sofferente per il conflitto in Ucraina, e...

Stop war: Preservare la cultura per scongiurare un conflitto globale.

a cura della Redazione/ La Fondazione Culturale "Paolo di Tarso", Città della Pace, patrocina in questi giorni, con...