Non Vanno Relegati sul Calendario

Must read

Apertura straordinaria del Teatro di Villa Torlonia a Roma

Sabato 24 Settembre 2022, alle ore 17.30, presso il Teatro Villa Torlonia, in via Via Lazzaro Spallanzani 1/A, a Roma, in occasione...

Michelangelo Pistoletto approda a Rende (Cs) grazie a Roberto Bilotti

A Rende (Cs) davanti al Comune giunge il "Terzo Paradiso", più che un'opera un simbolo, una icona che ha viaggiato per il...

Mons. Giuseppe Blanda: il saluto commosso tra Roma e la Sicilia

Mons. Giuseppe Blanda (Palazzo Adriano, Palermo 5.9.1936-Roma 19.7.2022) ci ha lasciati a ottantacinque anni ma solo fisicamente con la raccomandazione di stare...

Il Rosario per la Pace nel mondo

A conclusione del mese mariano Papa Francesco desidera offrire un segno di speranza al mondo, sofferente per il conflitto in Ucraina, e...

Santi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo IIa cura di Giovanni Borrelli/

La  bella  pagina di storia positiva che hanno scritto i due papi, Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, di recente canonizzati, ha riscattato  le gravi incongruenze del secolo scorso e di parte dell’attuale, con la massiccia partecipazione di fedeli e non, a conferma di come l’uomo abbia bisogno di valori veri, di speranza, di amore non di vacuità inconsistente.

Alla luce di tali insegnamenti, non é possibile  immaginare una rinascita dell’ Europa senza  il prosieguo di quei valori  puntualizzati  con caparbietà  dai  due santi coraggiosi, che debbono essere fatti propri da ciascuno, credenti o meno, perché essi costituiscono l’unica possibilità di vera esistenza per il futuro dell’uomo.

Bisogna prendere atto che sussistono obblighi imprescindibili verso l’essere umano, che occorra, tutelarne la condizione sociale, rispettarne la dignità, la vita, ridimensionando la idolatria del danaro ed il successo ad ogni  costo, mali che hanno sradicato quei veri valori, di cui l’Europa è andata sempre fiera.

La densità ,quindi,  delle argomentazioni  dei due santi, ben puntualizzate nelle encicliche, vanno ponderate con  profonda analisi, soprattutto sociale e nel pieno  rispetto delle idee, adoperarsi, senza tregua, di trovare una ispirazione spirituale condivisa, evitando forme dannose di emarginazione, accettando la diversità, nell’ottica  principale irrinunziabile del bene comune, che potrebbe e dovrebbe rivestire la vera professione di  fede per tutti, perché rispettando la libertà  e la dignità di  ciascuna persona, uno stato si eleverebbe ad essere effettivamente civile e le idee dei due santi consentirebbero di far germogliare uomini nuovi, ricchi di rispetto, di amore, di speranza: nuovi santi.
E l’umanità ne ha gran bisogno.

Foto News.va

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Apertura straordinaria del Teatro di Villa Torlonia a Roma

Sabato 24 Settembre 2022, alle ore 17.30, presso il Teatro Villa Torlonia, in via Via Lazzaro Spallanzani 1/A, a Roma, in occasione...

Michelangelo Pistoletto approda a Rende (Cs) grazie a Roberto Bilotti

A Rende (Cs) davanti al Comune giunge il "Terzo Paradiso", più che un'opera un simbolo, una icona che ha viaggiato per il...

Mons. Giuseppe Blanda: il saluto commosso tra Roma e la Sicilia

Mons. Giuseppe Blanda (Palazzo Adriano, Palermo 5.9.1936-Roma 19.7.2022) ci ha lasciati a ottantacinque anni ma solo fisicamente con la raccomandazione di stare...

Il Rosario per la Pace nel mondo

A conclusione del mese mariano Papa Francesco desidera offrire un segno di speranza al mondo, sofferente per il conflitto in Ucraina, e...

Stop war: Preservare la cultura per scongiurare un conflitto globale.

a cura della Redazione/ La Fondazione Culturale "Paolo di Tarso", Città della Pace, patrocina in questi giorni, con...