Un Trapasso Epocale

Must read

Il Rosario per la Pace nel mondo

A conclusione del mese mariano Papa Francesco desidera offrire un segno di speranza al mondo, sofferente per il conflitto in Ucraina, e...

Stop war: Preservare la cultura per scongiurare un conflitto globale.

a cura della Redazione/ La Fondazione Culturale "Paolo di Tarso", Città della Pace, patrocina in questi giorni, con...

MetaversoCOSENZA, boom di visite e interesse culturale e scientifico

Un mondo parallelo, virtuale, emozionale entra in rete dalla Biblioteca Nazionale di Cosenza. E' l'Ecosistema Digitale della Cultura "MetaversoCOSENZA" che ha saputo riunire in una sola piattaforma...
00:01:57

2021 in review with Pope Francis

Relive the high points of 2021 with Pope Francis Fonte Canale Youtube Vatican News

diritti umani vaticanesea cura dell’Avv. Giovanni Borrelli/

Nel mondo si sta verificando un mutamento globale di proporzioni quasi planetarie, che non può essere interpretato come semplicistico passaggio generazionale. Tale cambiamento epocale, difatti, era stato previsto ed anticipato dalla Populorum Progressio di Papa Paolo VI che, sollecitando l’urgenza di affrontare le molteplici problematiche dei paesi meno sviluppati, richiedeva sviluppo ed audaci trasformazioni innovatrici. Perseverando, invece, tali gravi problematiche, Papa Giovanni Paolo II, con la riconosciuta sensibilità, ammoniva come la Chiesa fosse pronta a farsi carico della causa dei poveri, divenendo voce degli inascoltati per chiedere ed ottenere giustizia, tant’è che Papa Francesco, facendo propri tali tracciati e richiamandosi anche a Papa Giovanni XXIII, ribadisce, senza soluzione di continuità, che si attui il bene universale, nell’ottica della indifferibile eguaglianza dei diritti e dei doveri dei meno forti e meno fortunati.

La Chiesa ha, quindi, compreso, da molti anni, il bisogno di rinnovamento profondo, estendendo a tutto il mondo i concetti universali di libertà di pensiero e diritto ad una vita dignitosa, alla luce anche della globalizzazione e prendendo su di sé il tardivo peccato di omissione, per non aver gridato e denunciato con più forza le intollerabili condizioni di estrema povertà; riconoscendo amaramente i propri errori ha condannato non il legittimo capitalismo ma la egoistica, mera, etica del profitto svincolato da regole e teso a raggiungere i propri fini asservendo anche l’uomo.

Tale coraggioso comportamento pone la Chiesa alla attenzione, non più critica, di tutti i paesi del mondo, specialmente di quelli più poveri, per cui Essa si riappropria del ruolo di guida del mondo, suggellando come Essa sia ancora unica garanzia di tutela dei diritti della persona, cui ciascuno può fare affidamento; tutto questo solo in virtu’ del Vangelo che costituisce la salvezza per tutti.

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Il Rosario per la Pace nel mondo

A conclusione del mese mariano Papa Francesco desidera offrire un segno di speranza al mondo, sofferente per il conflitto in Ucraina, e...

Stop war: Preservare la cultura per scongiurare un conflitto globale.

a cura della Redazione/ La Fondazione Culturale "Paolo di Tarso", Città della Pace, patrocina in questi giorni, con...

MetaversoCOSENZA, boom di visite e interesse culturale e scientifico

Un mondo parallelo, virtuale, emozionale entra in rete dalla Biblioteca Nazionale di Cosenza. E' l'Ecosistema Digitale della Cultura "MetaversoCOSENZA" che ha saputo riunire in una sola piattaforma...
00:01:57

2021 in review with Pope Francis

Relive the high points of 2021 with Pope Francis Fonte Canale Youtube Vatican News

Il 2021 di Francesco tra viaggi, riforme e le sfide di Covid e salute

Salvatore Cernuzio – Città del Vaticano Tre viaggi apostolici internazionali, dalle rovine dell’Iraq alle periferie della Slovacchia fino al...