Papa visita Cattedrale Bari: il parroco, in silenzio per la Chiesa e la pace

Must read

Etiopia, tragedia dimenticata. Il vescovo del Tigrai: fermate guerra e genocidio. Video

Paolo Lambruschi Avvenire Desolazione e distruzione, fame e spada, chi ti consolerà? Cita il profeta Isaia (51:19) il vescovo dell’eparchia cattolica di...

Don Marco Pagniello è il nuovo direttore di Caritas Italiana

Vatican News “Ringrazio il Consiglio permanente della Cei per la fiducia mostrata nei miei confronti”. Così il nuovo direttore...

“Verso un noi sempre più grande”: porte aperte alla speranza.

Guardare negli occhi dei migranti e scorgere la loro voglia di ricominciare. Papa Francesco lo aveva chiesto ai tanti fedeli che erano...

Francesco: sogno un mondo geloso del Creato e vicino ai fragili

“Quando si sogna da soli, è solo un sogno; ma quando si sogna con gli altri, è l’inizio di una nuova realtà”:...

papafrancesco-cattedrale-bari
Papa Francesco visita la cattedrale di Bari dedicata a Santa Maria Assunta

Al termine della giornata di riflessione e preghiera per la pace in Medio Oriente assieme ai capi di Chiese e Comunità cristiane della regione, Francesco ha voluto brevemente visitare la cattedrale di Bari, dedicata a Santa Maria Assunta. “Il Papa ha visto dall’arcivescovado, che è affianco, la cattedrale – che colpisce perché traforata, merlettata, del 1200 – e ha voluto guardarla”, visitarla, venerando “l’icona dell’Odegitria, icona di Maria”, racconta a Vatican News don Franco Lanzolla, parroco della cattedrale di Bari (Ascolta e scarica l’intervista a don Franco Lanzolla).

Un momento personale

“E’ stato un momento suo, intimo: ha voluto andare da solo. Mi ha colpito – racconta don Franco – questa sua visita personale all’icona dell’Odegitria, che è un’icona antichissima, che viene da Costantinopoli, in cui sono raccontate le lacrime e insieme i sogni e le speranze di milioni di cristiani d’Oriente e d’Occidente. Il Papa è venuto in silenzio, per offrire un bouquet di fiori, semplici, con molta essenzialità: ha voluto pregare per la Chiesa e per la pace. Con tenerezza. Ha fatto un silenzio mistico: solo lui, il vescovo ed io”.

Bambini, linguaggio e volto della pace

Un momento intenso a suggellare una giornata dedicata alla pace, “chiesta da un popolo che aveva lo sguardo verso l’Oriente”, spiega ancora il parroco, pregando il Signore “affinché potesse illuminare le menti e le coscienze degli uomini. È stato emozionante – sottolinea – sentire parlare di pace che passa attraverso lo sguardo di un bambino: i nostri bambini sono il linguaggio e il volto della pace”.

cattedrale di bari
La cattedrale di Bari dedicata a Santa Maria Assunta (Berthold Werner)

Bari, una città in preghiera

“La città – prosegue don Lanzolla – è stata rispettosissima di questa preghiera: in fondo la preghiera non è stata fatta in una chiesa, tutta la città è diventata un ‘sistema orante’, anche per chi stava nelle case; la città si è fermata in silenzio, per rispetto al Papa e a questa preghiera”.

Da Francesco, un invito a continuare l’impegno

Francesco lascia quindi a Bari “il profumo di un uomo che ci ha invitati a osare a chiedere la pace, ad essere costruttori di comunione, sia civica, sia religiosa”, afferma don Franco. “Continuate, continuate”: questa l’esortazione del Pontefice ai presenti e, in particolare, al parroco della cattedrale che gli ha parlato della mensa dei poveri e di una zona “a volte bisognosa di giustizia”.

Fonte News.va a cura di Giada Aquilino – Città del Vaticano

- Advertisement -

More articles

- Advertisement -

Latest article

Etiopia, tragedia dimenticata. Il vescovo del Tigrai: fermate guerra e genocidio. Video

Paolo Lambruschi Avvenire Desolazione e distruzione, fame e spada, chi ti consolerà? Cita il profeta Isaia (51:19) il vescovo dell’eparchia cattolica di...

Don Marco Pagniello è il nuovo direttore di Caritas Italiana

Vatican News “Ringrazio il Consiglio permanente della Cei per la fiducia mostrata nei miei confronti”. Così il nuovo direttore...

“Verso un noi sempre più grande”: porte aperte alla speranza.

Guardare negli occhi dei migranti e scorgere la loro voglia di ricominciare. Papa Francesco lo aveva chiesto ai tanti fedeli che erano...

Francesco: sogno un mondo geloso del Creato e vicino ai fragili

“Quando si sogna da soli, è solo un sogno; ma quando si sogna con gli altri, è l’inizio di una nuova realtà”:...

Le mura vaticane si aprono a “Connessioni”, il Centro di Alta Competenza di Cosenza

Redazione IlVATICANESE.IT/ Sarà il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI di Cosenza a digitalizzare la nuova cappella del Pontificio Seminario Romano Maggiore. “Connessioni” è la struttura tecnologicamente avanzata...