Redazione Il Vaticanese

ACLI Corigliano Rossano sulle “Povertà”: confronto per semina e raccolto

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
acli-rossano corigliano

Corigliano Rossano – Incontro delle ACLI sul tema delle Povertà

Si è concluso con successo nei locali del suggestivo Convento di San Bernardino l’incontro incentrato sulla povertà, organizzato dal Circolo Acli Corigliano – Rossano Santi Nilo e Bartolomeo presieduto dall’Avvocato Alfonso Rago. Il tema, molto sentito soprattutto per i dati allarmanti già noti, è riuscito a creare il solco nel quale sono state seminate strategie e collaborazioni già rese attive, per lo sviluppo economico del territorio e, in modo particolare, della nuova Città di Corigliano Rossano che, con l’unione dei due noti Comuni, diventa più grande della Città di Cosenza nota, tra l’altro,  per essere la Città più povera della Calabria e tra le più povere d’Italia.

IL POTERE DELLA RETE PER ANDARE INCONTRO A MIGLIAIA DI CITTADINI
Il Presidente Alfonso Rago ha puntato più che sull’esclusivo colloquio con i Cittadini – affidato al “potere della rete” – sull’incontro tra esperti e tecnici. Intenzione, premiata dalla presenza di tutti coloro i quali possono concretamente risolvere i problemi legati sia alle povertà che alla miseria politica.

Chiostro del Conventi di San Bernardino

Chiostro del Conventi di San Bernardino

INSIEME CHIESA,POLITICA, MOVIMENTI LAICI
L’incontro è riuscito a mettere sullo stesso tavolo della conferenza la Chiesa di Rossano, molto impegnata nel fronteggiare le povertà già note e le nascenti, con la partecipazione di Don Pino Straface, il mondo della Politica locale e regionale con la partecipazione dell’on. Giuseppe Graziano, e dei Cattolici che hanno accolto l’invito di Papa Francesco ad occuparsi della politica con la “P” maiuscola. Presenti, infatti, a rappresentare le “reti umane” della giovane e già affermata Comunità politica del Movimento NOI, il portavoce nazionale Fabio Gallo e la responsabile del Dipartimento Europrogettazione e Cooperazione Internazionale Matilde Ferraro.

ACLI-CORIGLIANO-ROSSANO2DON PINO STRAFACE RESPONSABILE CARITAS DIOCESI DI ROSSANO-CARIATI
Il direttore della Caritas Diocesana Don Pino Straface ha tracciato una mappa delle povertà, quelle di ieri e quelle di oggi. “I giovani non vogliono scendere dal letto la mattina – ha raccontato. Non hanno più voglia di andare a cercare il lavoro, consapevoli di una ambiente che non premia le loro aspettative”. Un dato assai allarmante che mostra come le basi delle nuove povertà dipendano da quella che Fabio Gallo non ha esitato a definire “la miseria della politica regionale della Calabria”. Tanti e sempre più mirati gli aiuti ai poveri – ha comunicato Don Pino Straface – illustrando servizi della Diocesi di Rossano-Cariati e tipologie di aiuti che non sono solo relativi a cibo e materiale di prima necessità, ma anche, e questa è una novità, di supporto psicologico con personale specializzato.

Citando Papa Francesco ha mostrato cosa il Santo Padre intende dire quando parla di risorse, ricchezza umana, separando in maniera netta il corretto modo di intendere i riferimenti cristiani dell’Apostolo sia dalle politiche che dall’accoglienza non sostenibile. Soprattutto – ha fatto notare Don Pino Straface – il grande merito di Papa Francesco è quello di avere posto al centro del dialogo politico nazionale e globale, l’Essere Umano con le sue esigenza primarie.

MATILDE FERRARO: EUROPROGETTAZIONE E SVILUPPO TERRITORIALE
Dati alla mano, l’Antropologa Matilde Ferraro, ha mostrato sia come la Calabria sia incapace di far fruttare i fondi europei ostaggio dell’incapacità e della burocrazia, che le vie d’uscita investendo sia sul mondo imprenditoriale della nuova Città, che sulla formazione delle nuove generazioni, atteso l’interesse dei giovani laureati ad acquisire i metodi di progettazione europea, per una migliore cooperazione internazionale in grado di attuare le direttive dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. In tal senso, saranno a breve attivate sinergie nella nuova Città tese a colmare i vuoti strategici procurati dalla politica regionale della Calabria. Una incapacità denunciata più volte anche dallo stesso Presidente della Commissione Bilancio della regione Calabria che ha parlato di ben 13 miliardi di Euro che non sono ancora spesi e rischiano di perdersi. Cifra così esorbitante da essere stata paragonata ad un “Piano Marshall”, il noto piano per la ripresa europea nel dopo guerra (European Recovery Program).

Corigliano Rossano - Incontro delle ACLI sul tema delle Povertà

Corigliano Rossano – Incontro delle ACLI sul tema delle Povertà

ON. GIUSEPPE GRAZIANO: TAGLIARE COSTI INUTILI METTERE AL CENTRO I CITTADINI
L’on. Giuseppe Graziano non ha esitato a dire con chiarezza che la politica, attualmente, non è in grado di risolvere i problemi e che il grande lavoro che spetta a chi desidera impegnarsi in tal senso, è quello di elevarne il livello in termini di competenze eccellenti, dimezzando, come nel caso della nascente Città di Corigliano Rossano, la burocrazia per limitarne sperperi economici e danni, ovviamente mantenendo le unità lavorative da investire in maniera produttiva in altro. “Quasi tutto il bilancio di questi Comuni – ha dichiarato l’on. Giuseppe Graziano – si dissolve nel pagamento degli stipendi”. Un sistema che, ovviamente, non può produrre servizi e ricchezza diffusa sul territorio. Un orizzonte talmente indispensabile da prendere in considerazione che – ricorda il redattore di questo articolo – il Procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri ha dichiarato che in Calabria il male non è solo la ‘ndrangheta ma la burocrazia nella quale si  annidano funzionari e dirigenti che gestiscono da decenni la cosa pubblica con metodi mafiosi.

Corigliano Rossano - Arte, Fede, Agricoltura, Turismo

Corigliano Rossano – Arte, Fede, Agricoltura, Turismo

FABIO GALLO DEL MOVIMENTO NOI: NUOVA POLITICA, ATTI CONCRETI E SFORZI DI GRATUITA’
Il portavoce nazionale della Comunità politica del Movimento cattolico NOI, Fabio Gallo, ha dichiarato che si può essere poveri e spiritualmente ricchi, in un contesto di umanità che ti accoglie e assiste, come fanno le Diocesi ed il mondo del laicato cattolico e si può essere ricchi ma miseri nell’indifferenza verso le problematiche della società civile, come capita nel mondo della politica, sempre più distante dalle esigenze primarie dei Cittadini. Estremamente concreti gli esempi: assistito dalla dott.ssa Eleonora Cafiero, Fabio Gallo ha mostrato come la valorizzazione innovativa del patrimonio della cultura e della conoscenza rappresentino la vera risorsa dei territori per l’attuazione di specifiche ed efficaci politiche del Turismo. Ciò, mostrando i risultati del progetto di rigenerazione territoriale COSENZA CRISTIANA, patrocinato dall’Arcidiocesi Metropolitana di Cosenza – Bisignano, realizzato senza fondi pubblici e dedicato alla valorizzazione del patrimonio culturale della Città Storica di Cosenza abbandonata dalla politica locale. Il progetto ha meritato da parte del competente Ministro l’inserimento della Città Storica di Cosenza tra quelle del Mezzogiorno da sostenere con il beneficio di ben 90 milioni di Euro già approvati dal CIPE.

Il Movimento Cattolico NOI

Il Movimento Cattolico NOI

IL PATRIMONIO CULTURALE E’ RICCHEZZA E POTERE DI ATTRAZIONE
I lavori sono stati moderati dalla redattrice ed editorialista Erminia Madeo e si sono conclusi con una grande e gradita sorpresa alle Istituzioni che hanno animato i lavori: “attesi i risultati conseguiti con COSENZA CRISTIANA, la nostra Equipe – ha dichiarato Fabio Gallo – inizierà CO.RO. CRISTIANA. Sarà un capolavoro, un grande lavoro di recupero della Memoria, un dono alla nuova Città di Corigliano Rossano per il suo battesimo e alla Diocesi, utile ai giovani per sollecitarli all’investimento nell’Innovazione e nella Cultura. Molte soddisfazioni per il Presidente del Circolo Acli  Corigliano – Rossano Santi Nilo e Bartolomeo Alfonso Rago che, tra l’altro, per lo sviluppo e l’attuazione di un piano “etico” di comunicazione ha chiesto e ottenuto la disponibilità delle nove Testate Giornalistiche del Gruppo Editoriale di Rete ComunicareITALIA ad operare per lo sviluppo del territorio.

Tra gli ospiti, il Vice Questore della Polizia di Stato Tenuta Carbone, l’Ispettore Capo della Polizia di Stato Franco Zito, l’Assessore Provinciale ai Lavori Pubblici Avv. Vincenzo Scarcello, il Vicepresidente dell’Associazione del terzo settore del territorio Antonio Guarasci,  Don Franco Romano e Don Giuseppe Scigliano della Diocesi di Rossano-Cariati, il Chinesiologo Clinico Angelo Falcone e l’educatore Fedele Serpe del Movimento NOI, La Resposabile ANTEAS “Settore Donna” Margherita Carignola, il Presidente della Confreaternita Maria SS. Addolorata Umberto Corrado, il Presidente della Croce Rossa Italiana Armando Petrucci.