Redazione Il Vaticanese

Assisi, il 2 agosto otto artisti celebrano la bellezza dell’arte secondo Papa Francesco.

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nella giornata promossa e organizzata congiuntamente dall'Associazione di Volontariato San Pio da Pietrelcina Onlus, dall'Associazione culturale "Tota Pulchra" e dall'International Spiritual Center Sosjj, 8 artisti di Umbria, Lazio, Emilia Romagna e Russia si uniranno nella città del Santo poverello per celebrare l’arte e la sua intima relazione con la Chiesa.

assisi cattedrale san rufino - fondazione paolo di tarso

Assisi – la Cattedrale di San Rufino

“Noi abbiamo bisogno di voi”. Con queste parole nel 1964 Paolo VI si rivolgeva agli artisti nella Cappella Sistina durante la messa per la solennità dell’Ascensione. Con quella omelia il Papa intese ristabilire con quegli uomini, definiti “creatori, sempre vivaci, zampillanti di mille idee e di mille novità”, un legame che si era allentato perché, spiegava, “non vi abbiamo avuto allievi, amici, conversatori; perciò voi non ci avete conosciuto”. Quel giorno viene sancita la piena libertà dell’arte nella Chiesa, raccomandando al contempo che si privilegi la “nobile bellezza” rispetto a una “mera sontuosità”.

Sempre memori di quell’accorato invito rivolto dal Beato Paolo VI e poi rinnovato dai Pontefici suoi Successori fino a Benedetto XVI e Papa Francesco, il 2 agosto prossimo gli artisti di Umbria, Lazio, Emilia Romagna e Russia si uniranno ad Assisi per omaggiare l’arte e la sua intima relazione con la Chiesa nel giorno del Perdono.

Promossa e organizzata congiuntamente dall’Associazione di Volontariato San Pio da Pietrelcina Onlus, dall’Associazione culturale “Tota Pulchra” e dall’International Spiritual Center Sosjj con la collaborazione della Città di Assisi, la giornata gode del patrocinio della Provincia di Perugia e si presenta come una risposta del mondo dell’arte all’Intenzione di preghiera del Santo Padre del mese di agosto dedicata agli “artisti del nostro tempo”.

assisiIl programma della giornata

Come si legge nel sito di “Tota Pulchra”, l’evento sarà presentato nelle stesse ore in cui verrà pubblicato il video dell’Intenzione di preghiera del Santo Padre per il mese di agosto rivolto proprio agli artisti del nostro tempo, i quali “attraverso le opere del loro ingegno, aiutino tutti a scoprire le bellezza del creato”.

Sulla base di questa mirabile esortazione, otto artisti presenteranno le loro opere dando vita a un metaforico dialogo con il Papa che si presenterà come una vera e propria risposta. Nella straordinaria e storica cornice della Sala della Conciliazione, presso il Palazzo del Comune di Assisi, a partire dalle ore 11.00, dopo i saluti della Dott.ssa Ing. Stefania Proietti Sindaco della Città di Assisi, Monsignor Jean-Marie Gervais, Presidente dell’Associazione “Tota Pulchra”, Sergio Marinacci, Segretario Nazionale dell’Associazione San Pio da Pietrelcina Onlus, e Cesare Fussone, Presidente dell’International Spiritual Center SOSJJ, esporranno al pubblico e alla stampa la missio di questa particolare giornata tutta incentrata sull’arte e dedicata alla via pulchritudinis.

Dopo i saluti di benvenuto degli organizzatori riflessioni del Dott. Arch. Antonio Lunghi già Sindaco della Città di Assisi e Consigliere Nazionale dell’Associazione San Pio da Pietrelcina Onlus su “L’Arte non deve scartare niente e nessuno. Come la Misericordia”, in linea con la visione cristiana ed estetica di Papa Francesco e con una Chiesa che apre le porte agli ultimi sull’insegnamento del poverello di Assisi.

A seguire, guidati da Luciano Lepri, critico d’arte e Accademico d’Onore dell’Accademia di Belle Arti di Perugia interverranno gli artisti presenti. Diana Iaconetti interpreterà i brani tratti dal libro di Papa Francesco: “La mia idea di arte” e “Pensiero a Francesco di Assisi” della poetessa e scrittrice Nuccia Martire. Mario Tarroni, artista ferrarese e direttore artistico di “Tota Pulchra” leggerà la risposta dell’Associazione all’invito di Papa Francesco. Veronica Piraccini, artista romana e docente presso l’Accademia delle Belle Arti, presenterà la suggestiva e inedita opera “Dall’Impronta di Gesù”, pittura dalla particolare proprietà impercettibile di apparire e scomparire.

Natalia Tsarkova, la pittrice ufficiale dei Pontefici, renderà pubblica la sua opera “Il Pastore Misericordioso”, immagine emblema dell’Anno Giubilare dedicata a Papa Francesco. Inoltre, la Tsarkova presenterà il suo libro-fiaba “Il mistero di un piccolo stagno” ispiratale dal Rosario che Papa Benedetto XVI recitava davanti alla Madonna delle Grazie eretta nello stagno tra i pesciolini rossi di Castel Gandolfo. Francesca Capitini, alta rappresentante dell’arte umbra, condividerà con la platea un’opera dedicata a “San Francesco predica agli uccelli”. Cesare Poderosi, dal suo canto, presenterà il progetto per il restauro della Madonna votiva di Case Sparse. Antonello Scarano, attore romano, si esibirà con “Tra spiritualità e romanticismo”.

Tutto sarà concluso dalla voce di Maheya Collins sulle note di “Madre Teresa”, e da un momento conviviale nella Sala degli Stemmi. Verrà inoltre presentato al pubblico il volume “Benedetto XVI. L’arte è una porta verso l’Infinito. Teologia Estetica per un Nuovo Rinascimento” curato da monsignor Jean Marie Gervais e Alessandro Notarnicola.

Fonte Interris