Redazione Il Vaticanese

Santità, NOI abbiamo accolto il suo invito. E’ nato il Movimento “NOI”. Crea Reti Umane e farà “P”olitica.

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Movimento NOI - Reti Umane

Movimento NOI – Reti Umane

Redazione de ILVATICANESE.IT/

Proprio ieri 30 Aprile in una Piazza San Pietro gremita da circa 70 mila persone per i festeggiamenti dei 150 anni della Fondazione dell’Azione Cattolica Italiana, Papa Francesco alla fine del suo discorso, ha dichiarato:

“Come è accaduto in questi 150 anni, sentite forte dentro di voi la responsabilità di gettare il seme buono del Vangelo nella vita del mondo, attraverso il servizio della Carità, l’impegno politico, mettetevi in politica! Ma per favore, nella grande politica, nella Politica con la “P” maiuscola, attraverso anche la passione educativa e la partecipazione al confronto culturale.”

NASCE IL “MOVIMENTO NOI” CON LE SUE  RETI UMANE. E’ LA PRIMA CONCRETA RISPOSTA ALL’INVITO DEL PAPA
I reiterati inviti del Santo Padre rivolti alla comunità cattolica ad entrare attivamente nella vita politica non sono caduti nel vuoto ma sono stati ascoltati e meditati.
Proprio oggi 1 Maggio si tiene a battesimo a Roma e a Cosenza il “Movimento NOI”, la cui caratteristica è quella di creare “reti umane” che sviluppano idee per la Politica partendo dal basso. Il Movimento NOI ha idee chiare, frutto di un serio e profondo discernimento durato oltre un anno, oggi giunto all’inizio del suo percorso “costituente”. Il Movimento NOI agisce con le regole di una grande Comunità. E’ dotato di una Piattaforma nata per semplificare il rapporto tra Cittadini e Politica. Con un semplice click sul sito istituzionale www.movimentonoi.it è possibile a chiunque prendere visione delle motivazioni che hanno portato alla costituzione del Movimento. Con un secondo semplice click su www.retenoi.it (il sistema che gestisce l’attività progettuale e politica), si accede ad un social intelligente in grado di gestire iscrizioni, persone, idee, progetti di legge, sondaggi e molto altro.
La nostra Testata ha potuto visitare dall’interno il sistema di gestione del Movimento che risulta tanto semplice nella gestione quanto innovativo nel rapporto con l’utente. Al suo interno sono state già aperte Reti da docenti universitari, medici, architetti, avvocati, ingegneri, casalinghe, esperti d’arte, esperti di comunicazione, di connettività, di diritti umani, disabilità, ambiente, mestieri, artigianato e molto altro.

Proprio oggi 1 Maggio, nel giorno del lavoro che non c’è ma in un contesto soleggiato che guarda ai mondi della Sila e dall’intenso profumo di ginestra, si distribuiscono le prime deleghe territoriali. In modo speciale questo primo giorno è dedicato alla Calabria, in virtù delle statistiche che la portano prima per disoccupazione, nonostante la prorompente bellezza territoriale, paesaggistica, naturale e del suo patrimonio culturale tra i più ricchi del Mezzogiorno, che dovrebbero farne la più ricca d’Italia. Questo il motivo per cui oggi vengono assegnate le prime deleghe che consentiranno l’inizio di un lavoro di responsabilità a favore del bene comune.

Movimento NOI - Rete Umana

Movimento NOI – Rete Umana

ALCUNI SPUNTI DAL SITO ISTITUZIONALE
“NOI – Reti Umane – recita il sito istituzionale – è il Movimento di Opinione Sociale, Culturale, Progettuale e Politico che nasce per promuovere un Nuovo Umanesimo e generare un Network di Reti Umane impegnate attivamente in Politica. Il Movimento NOI promuove Diritti Umani e Doveri dei Cittadini e pone al centro della vita politica italiana ed europea, la centralità dell’Essere Umano e le sue esigenze primarie”.

E ancora: “NOI desideriamo attuare un nuovo modello di società sostenibile attenta alla tutela dei Valori della Civiltà Mediterranea, della nostra Cultura, che soddisfi, come dichiarato nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i propri bisogni. Avvertiamo il dovere di impegnarci per raggiungere 3 obiettivi fondamentali in grado di creare sviluppo sostenibile: crescita economica, inclusione sociale, tutela dell’ambiente. Vogliamo tutelare le nostre radici cristiane, perché il cristianesimo è la religione dell’Uomo e dell’Amore dell’Uomo per il suo Prossimo. Intendiamo fondare una Nuova Europa dei Popoli e delle Polis, con una visione comune, per la tutela dei diritti umani, per la promozione dei doveri, in contrasto con ogni malthusianesimo dichiarato o dissimulato. Condividiamo le intuizioni e le convinzioni politiche laiche di don Luigi Sturzo, la visione progressiva e gradualista di Jean Monnet per una Europa veramente Unita. Da cattolici, guardiamo al pensiero dialogico di Martin Buber, ai valori insostituibili della Famiglia educatrice dei Giovani, al sostegno concreto all’Amico finito male, agli Ammalati e al Prossimo”.

Movimento NOI - Rete Umana

Movimento NOI – Rete Umana

DALLA VOCE “PERCHE’ NASCE IL MOVIMENTO NOI
Il Movimento NOI nasce dall’esigenza e dalla riflessione di molti e, soprattutto giovani, di volere esprimere la straordinaria e vitale dimensione di libertà, di etica, di giustizia, di progresso civile, di democrazia sostanziale, di capacità propositiva e gestionale sussidiaria (art. 118 della Costituzione Italiana) che ogni uomo in sé, cittadino e politico di questo mondo, ha diritto di  vivere nella sua comunità territoriale, nazionale e mondiale.

Il Movimento NOI nasce dall’impellente domanda sul come poter cambiare le cose che non vanno e dalla conseguente risposta trovata solo nel nostro stesso impegno di Donne e Uomini di buona volontà e nei buoni esempi che ci giungono dalla storia. Nasce perché ogni nostra attenzione possa posarsi, con profondo senso di responsabilità, sulle esigenze primarie dei Cittadini, che sono il luogo e la ragione di ogni Democrazia che intende definirsi tale.

Il Movimento NOI trova ispirazione in segni eloquenti di questo nostro tempo, come sono per i suoi fondatori le forti, responsabili e programmatiche parole di Papa Francesco quando ha affermato: “Siate rivoluzionari, ribellatevi alla cultura del provvisorio, o quando ha sostenuto che un buon credente con onestà di vocazione “deve” impegnarsi in politica così da “ricercare il bene comune senza lasciarsi corrompere”; e qui cita l’esempio di De Gasperi e Shumann, padri di un’idea alta di Europa. E’ a tutti nota l’ispirazione profonda dettata dal Papa Paolo VI per il quale l’autentica politica è una delle forme più alte di carità, perché cerca il bene comune”.