Papa Francesco: Cibo e acqua diritti universali

Must read

2021: l’Italia che Rinasce vince in Bellezza. Da Treviso a Cosenza punti di eccellenza

a cura di Marco Zabotti/ A Parma si apre l’anno della Capitale italiana della Cultura 2021, dopo...

Papa Francesco: Dio ci ama nelle nostre fragilità, apriamogli la porta di casa

a cura della Redazione/ E' un messaggio di amore infinito verso l'umanità quello...

Celebrazione della 54° Giornata Mondiale della Pace

a cura della Redazione/ 1. Alle soglie del nuovo anno, desidero porgere i...

Beni Culturali, Cosenza: nasce il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI

a cura della Redazione/ Giovedì 17 dicembre 2020, la Biblioteca Nazionale di Cosenza e la Fondazione...

Papa-Francesco-Cibo-Acqua-Diritti UniversaliLa maturazione di «una coscienza solidale» per ribadire che il cibo e l’accesso all’acqua sono «diritti universali di tutti gli esseri umani, senza distinzioni né discriminazioni» è stata auspicata da Papa Francesco all’udienza generale di mercoledì 19 ottobre in piazza San Pietro.

Riprendendo le parole contenute nella “Caritas in Veritate” di Benedetto XVI, il Pontefice ha spiegato che «il diritto all’alimentazione, così come quello all’acqua, rivestono un ruolo importante per il conseguimento di altri diritti» e ha definito «un imperativo etico per la Chiesa» la prima opera di misericordia corporale: «dar da mangiare agli affamati».

In queste ultime settimane del giubileo straordinario Papa Francesco sta dedicando le proprie riflessioni proprio alle opere di misericordia e soffermandosi sulle prime due ha invitato a considerare come troppe volte i media informino «di popolazioni che soffrono la mancanza di cibo e di acqua, con gravi conseguenze specialmente per i bambini». Ma, ha fatto notare, il cosiddetto “benessere” conduce «le persone a chiudersi in sé stesse, rendendole insensibili alle esigenze degli altri». Invece, ha ammonito, «la realtà va accolta e affrontata per quello che è, e spesso ci fa incontrare situazioni di bisogno urgente».

Certo, il Papa si è detto consapevole che «di fronte a certe notizie e immagini, l’opinione pubblica si sente toccata e partono campagne di aiuto» con «donazioni generose»; ma «questa forma di carità» seppure importante — ha osservato — «forse non ci coinvolge direttamente. Invece quando, andando per la strada, incrociamo una persona in necessità, oppure un povero viene a bussare alla porta di casa nostra, è molto diverso» in quanto «veniamo coinvolti in prima persona», ha chiarito il Pontefice. Da qui l’invito all’impegno personale, perché — ha concluso — «c’è sempre qualcuno che ha fame e sete e ha bisogno di me. Non posso delegare nessun altro».

Invito rilanciato poi nei saluti ai diversi gruppi linguistici presenti all’udienza. Significativo, nelle parole rivolte ai polacchi, il riferimento al beato martire Jerzy Popiełuszko, il sacerdote ucciso il 19 ottobre 1984, del quale ricorreva la festa liturgica: egli, ha ricordato Francesco, pagò di persona il suo impegno «a favore degli operai e delle loro famiglie, chiedendo giustizia e degne condizioni di vita».

La catechesi del Papa

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

2021: l’Italia che Rinasce vince in Bellezza. Da Treviso a Cosenza punti di eccellenza

a cura di Marco Zabotti/ A Parma si apre l’anno della Capitale italiana della Cultura 2021, dopo...

Papa Francesco: Dio ci ama nelle nostre fragilità, apriamogli la porta di casa

a cura della Redazione/ E' un messaggio di amore infinito verso l'umanità quello...

Celebrazione della 54° Giornata Mondiale della Pace

a cura della Redazione/ 1. Alle soglie del nuovo anno, desidero porgere i...

Beni Culturali, Cosenza: nasce il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI

a cura della Redazione/ Giovedì 17 dicembre 2020, la Biblioteca Nazionale di Cosenza e la Fondazione...

Papa Francesco: messa per anniversario Lampedusa, “la cultura del benessere ci rende insensibili alle grida degli altri”

“La cultura del benessere, che ci porta a pensare a noi stessi, ci rende insensibili alle grida degli altri, ci fa vivere bolle di...