La Chiesa di Francesco e l’ostracismo fondato sulla ignoranza, circa la Teologia della Prossimità o del Buon Samaritano.

Il Buon Samaritano
Il Buon Samaritano

di Paolo Callari

La rivoluzionarietà del messaggio dei Vangeli non smette di essere una spada. L’Ortodossia delle Chiese Orientali, del credo Musulmano, del “sionismo” di matrice Ebraica, permangono forti rispetto ad un Cristianesimo, che, pur frazionato in venticinque religioni di-verse nell’arco dei secoli, trova matrice comune in quella Parola, in inglese “Word”, che diventa Spada, (in inglese “S-Word), Matteo 10,34.

Fragile, se non friabile, leggere le critiche dei giornalisti Antonio Socci, Bruno Vespa, Giuliano Ferrara, che mirano unicamente a fare mercato per i propri editori rispetto alle tematiche trattate più attinenti al fatto sociologico, ed in tal proposito voglio ricordare la “Fisiologia dell’Odio” come magistralmente narrata da Umberto Eco nelle pagine di Panorama nel 2011, che ad argomentazioni sensate dal punto di vista teologico.

Molto più forte, a mio avviso, ricordare l’opera “La Chiesa del Paracleto”, di Vincenzo Soro, risalente al 1922. Opera scomoda per i mercati editoriali del tempo presente perché mai più ristampata. L’ipotesi di Vincenzo Soro è quella delle Chiese Gnostiche, scuole filosofiche contemporanee alla esperienza umana del Gesù storico, seppellite dalla sociologia delle religioni, che permane nell’ostracismo alla Chiesa di Francesco.

Le Chiese Gnostiche , oramai sbiadite dal tempo del consumismo e della robotizzazione delle produzioni industriali, coeve al Cristo storico, potrebbero essere immaginate, in quanto scuole filosofiche, un cenacolo che educa i suoi per una via “Pietrina” più che “Paolina”. Vincenzo Soro, in estrema sintesi, altro non propone che una “Confederazione di Chiese” che non metta gli uni contro gli altri ma li unisca sotto un unico “Pax Pleroma”, piuttosto che lasciarsi mettere in conflitto dagli “arconti”.
Nella parabola del “Buon Samaritano il protagonista non dichiara alcun credo religioso: le religioni rimangono un fatto squisitamente sociologico pertanto pertinente alla storia di un territorio piuttosto che del pianeta. Il Valli tratta in maniera inoppugnabile come la Croce e L’Aquila altro non sono che i simboli del potere temporale della Chiesa e dell’ Imperatore.

ILSIMBOLO DEI CRISTIANI ERA IL “BUON PASTORE”

La Chiesa di Francesco è quel Cristianesimo che restaura il messaggio originale dei Vangeli, peraltro nel Vangelo di Giovanni, o “Vangelo della Gloria”, di Crocifissione non se ne parla quanto piuttosto di resurrezione, creando i dissapori che la stampa non fa altro che esagerare come prevedibile in una umanità retta dagli “arconti”. Pertanto l’Anticristo non è Francesco ma chi, piuttosto che legare i popoli sotto un unico amore, li attrae e li riunisce, inducendo l’odio, mettendoli uno contro gli altri, lebbrosi e lazzaretti di esseri umani da arginare e da emarginare, una storia molto lontana dalla Teologia della Prossimità o del “Buon Samaritano”.

Una lettura critica di chi scrive cosa, perché sarebbe utile per l’editoria nazionale Italiana che divulga notizie prive di fondamento teorico utili piuttosto a rotocalchi scandalistici.

A seguire abstract articolo “La Stampa”, Città del Vaticano , oggi 03.10.2016
Iacopo Scaramuzzi, Città del Vaticano.

Quanto al futuro del cristianesimo, padre Nicolas fa propria una tripartizione suggeritagli da un vescovo giapponese: «Quanto più viaggio in giro per il mondo, tanto più penso che quel vescovo avesse ragione: l’Asia è la Via; l’Europa e gli Usa si preoccupano della Verità; l’Africa e l’America Latina sono Vita e mantengono vivi i valori (amicizia, famiglia, bambini ecc.) che in altre parti del mondo abbiamo dimenticato. La 36esima congregazione generale è stata convocata dal superiore, padre Adolfo Nicolas, che ha deciso di rassegnare le dimissioni raggiunti gli ottant’anni di età. La presenza, per la prima volta, di un Papa gesuita, rende la 36esima congregazione «un incontro speciale»

La Compagnia di Gesù ha lavorato da più di 400 anni a servizio della Chiesa. Quanto al futuro del cristianesimo, padre Nicolas fa propria una tripartizione suggeritagli da un vescovo giapponese: «Quanto più viaggio in giro per il mondo, tanto più penso che quel vescovo avesse ragione: l’Asia è la Via; l’Europa e gli Usa si preoccupano della Verità; l’Africa e l’America Latina sono Vita e mantengono vivi i valori (amicizia, famiglia, bambini ecc.) che in altre parti del mondo abbiamo dimenticato.

Get in Touch

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli Correlati

Papa Francesco: messa per anniversario Lampedusa, “la cultura del benessere ci rende insensibili alle grida degli altri”

“La cultura del benessere, che ci porta a pensare a noi stessi, ci rende insensibili alle grida degli altri, ci fa vivere bolle di...

Papa Francesco, omelia nella Messa dell’anniversario della visita a Lampedusa – 8 luglio 2020

00:09:53
L'omelia di Papa Francesco nella Messa dell'anniversario della visita a Lampedusa - 8 luglio 2020 TV2000

Un’Europa più giusta, equa e sostenibile: l’appello di Comece e Cec

C’è da rafforzare l’impegno per il progetto europeo e i suoi valori comuni, al fine di rendere l'Europa più giusta, più equa e più...

Get in Touch

20,832FansLike
2,393FollowersFollow
16,700SubscribersSubscribe

Ultime News

Papa Francesco: messa per anniversario Lampedusa, “la cultura del benessere ci rende insensibili alle grida degli altri”

“La cultura del benessere, che ci porta a pensare a noi stessi, ci rende insensibili alle grida degli altri, ci fa vivere bolle di...
00:09:53

Papa Francesco, omelia nella Messa dell’anniversario della visita a Lampedusa – 8 luglio 2020

L'omelia di Papa Francesco nella Messa dell'anniversario della visita a Lampedusa - 8 luglio 2020 TV2000

Un’Europa più giusta, equa e sostenibile: l’appello di Comece e Cec

C’è da rafforzare l’impegno per il progetto europeo e i suoi valori comuni, al fine di rendere l'Europa più giusta, più equa e più...

A Maria comunque e sempre il nostro grazie durante la Pandemia

A Maria comunque e sempre il nostro grazie durante la Pandemia  Il 19 maggio 2020 ricorre il 72esimo anniversario dell’apparizione di Maria in una grotta...

Celebrazione della Domenica delle Palme- Recita dell’Angelus 05 aprile 2020 Papa Francesco

Basilica di San Pietro-Celebrazione della Domenica delle Palme e della Passione del Signore-Recita della Preghiera dell’Angelus Fonte Canale Youtube Vatican News - Italiano