Papa Francesco: a Villa Nazareth, “non ci sono dirigenti eterni, l’unico eterno è il Padre”

Must read

Famiglia oggi, con Gigi De Palo e Francesco Gallo. Incontro pubblico promosso dall’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”.

“Famiglia: a che punto siamo? Dialoghi su crisi demografica, assegno unico, alleanza educativa”.  E' questo il tema generale...

Covid, le ultime news. La Cina ammette: “I nostri vaccini hanno bassa efficacia”. LIVE

Pechino per la prima volta parla della scarsa validità dei suoi farmaci anti Covid: "Non hanno un...

Il Papa: la fede non sia a metà, ma dia e si faccia dono

I cristiani non restino indifferenti, non vivano una fede a metà. Nella II Domenica di Pasqua della Divina Misericordia, Francesco, celebrando la...

Papa: stupirsi di fronte a Gesù che trionfa sulla croce

Un invito a ripartire dallo stupore di fronte all’amore di Cristo. É quello levato dal Papa, dall’altare della Cattedra nella Basilica Vaticana,...

A-Villa-Nazareth-il-lato-umano-di-Papa-Francesco“Non ci sono dirigenti eterni: l’unico dirigente eterno è il Padre”. Con questa battuta il Papa ha risposto all’ultima domanda del “botta e risposta” che ha caratterizzato l’incontro con la comunità di Villa Nazareth. “Formare figli, discepoli, e lasciare loro la fiaccola perché la portino avanti”, l’invito di Francesco in risposta a Luca Monteferrante, 45 anni, di Chieti, vicepresidente dell’Associazione Comunità Domenico Tardini. “O ci si salva tutti, o non si salva nessuno”, lo slogan di Francesco mutuato da San Paolo: “Non dovete permettervi divisioni tra di voi. Se ci sono, incontratevi, litigate, dite la vostra, arrabbiatevi, ma da lì uscirà sempre più forte l’unità”. No, allora, ai “particolarismi, che sono brutti”. “Tutti noi dobbiamo fare discepoli: è una rinuncia, ma una rinuncia di saggezza”, ispirata dallo Spirito Santo, che “è la gioia della Chiesa, è l’armonia, è quello che dalle diversità fa l’armonia di tutta la Chiesa, è la bellezza”. Noi uomini di oggi, invece, spesso “neppure sappiamo chi è lo Spirito Santo”: “Quante istituzioni finiscono male o perdono il carisma dell’inizio, perché hanno dimenticato lo Spirito Santo”, la provocazione del Papa.

Fonte Agenzia Sir

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Famiglia oggi, con Gigi De Palo e Francesco Gallo. Incontro pubblico promosso dall’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”.

“Famiglia: a che punto siamo? Dialoghi su crisi demografica, assegno unico, alleanza educativa”.  E' questo il tema generale...

Covid, le ultime news. La Cina ammette: “I nostri vaccini hanno bassa efficacia”. LIVE

Pechino per la prima volta parla della scarsa validità dei suoi farmaci anti Covid: "Non hanno un...

Il Papa: la fede non sia a metà, ma dia e si faccia dono

I cristiani non restino indifferenti, non vivano una fede a metà. Nella II Domenica di Pasqua della Divina Misericordia, Francesco, celebrando la...

Papa: stupirsi di fronte a Gesù che trionfa sulla croce

Un invito a ripartire dallo stupore di fronte all’amore di Cristo. É quello levato dal Papa, dall’altare della Cattedra nella Basilica Vaticana,...

Papa Francesco: “realizzare attività museali e culturali negli edifici annessi alla basilica lateranense”

“Realizzare, nel complesso di quello che è stato per secoli noto come ‘Patriarchio lateranense’, attività museali e...