Il Papa celebra il giubileo dei ragazzi e chiede loro di non accontentarsi di una vita mediocre.

Must read

Apertura straordinaria del Teatro di Villa Torlonia a Roma

Sabato 24 Settembre 2022, alle ore 17.30, presso il Teatro Villa Torlonia, in via Via Lazzaro Spallanzani 1/A, a Roma, in occasione...

Michelangelo Pistoletto approda a Rende (Cs) grazie a Roberto Bilotti

A Rende (Cs) davanti al Comune giunge il "Terzo Paradiso", più che un'opera un simbolo, una icona che ha viaggiato per il...

Mons. Giuseppe Blanda: il saluto commosso tra Roma e la Sicilia

Mons. Giuseppe Blanda (Palazzo Adriano, Palermo 5.9.1936-Roma 19.7.2022) ci ha lasciati a ottantacinque anni ma solo fisicamente con la raccomandazione di stare...

Il Rosario per la Pace nel mondo

A conclusione del mese mariano Papa Francesco desidera offrire un segno di speranza al mondo, sofferente per il conflitto in Ucraina, e...

papa-francesco-messaggio-giubileo-giovani
«La vostra felicità non ha prezzo e non si commercia; non è una “app” che si scarica sul telefonino» ha ricordato Papa Francesco ai tantissimi ragazzi riuniti in piazza San Pietro domenica mattina, 24 aprile, per la celebrazione eucaristica che ha costituito il culmine della tre giorni giubilare vissuta dagli adolescenti di tutto il mondo a Roma. Con un’omelia semplice e diretta, ricca di spunti e di riferimenti all’esperienza quotidiana dei giovani, Francesco ha rilanciato la consegna dell’amore cristiano: non quello «nelle nuvole» o da «telenovela» — ha spiegato — ma quello «concreto» che insegna Gesù. Un amore, ha sottolineato, «non facile, impegnativo», che «costa fatica», ma che alla fine «rende felici».

Per il Pontefice amare vuol dire soprattutto donare: «non solo qualcosa di materiale — ha specificato — ma qualcosa di sé stessi: il proprio tempo, la propria amicizia». Si tratta, in sostanza, di «voler bene senza possedere», lasciando liberi gli altri e testimoniando in prima persona «la libertà di poter scegliere il bene». Un impegno da vivere con «scelte coraggiose e forti» che rifuggano dalla «mediocrità» e stimolino alla «responsabilità».

Al termine della messa, al Regina Caeli il Papa ha rinnovato l’appello per i vescovi, i sacerdoti e i religiosi, cristiani e ortodossi, sequestrati in Siria.

Della necessità di vivere la misericordia nei rapporti con gli altri il Papa ha poi parlato nel pomeriggio, recandosi a Villa Borghese per incontrare i protagonisti della Mariapoli di Roma organizzata dal movimento dei Focolari. E un invito al perdono aveva lanciato anche nel video messaggio inviato la sera di sabato ai ragazzi protagonisti del giubileo riuniti allo stadio Olimpico di Roma per una serata di festa e di testimonianze. A sedici di loro, in mattinata, il Pontefice aveva amministrato il sacramento della confessione in piazza San Pietro.

Il videomessaggio del Papa 

L’omelia 

Al Regina caeli 

Il discorso al villaggio per la terra

Fonte News.va

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Apertura straordinaria del Teatro di Villa Torlonia a Roma

Sabato 24 Settembre 2022, alle ore 17.30, presso il Teatro Villa Torlonia, in via Via Lazzaro Spallanzani 1/A, a Roma, in occasione...

Michelangelo Pistoletto approda a Rende (Cs) grazie a Roberto Bilotti

A Rende (Cs) davanti al Comune giunge il "Terzo Paradiso", più che un'opera un simbolo, una icona che ha viaggiato per il...

Mons. Giuseppe Blanda: il saluto commosso tra Roma e la Sicilia

Mons. Giuseppe Blanda (Palazzo Adriano, Palermo 5.9.1936-Roma 19.7.2022) ci ha lasciati a ottantacinque anni ma solo fisicamente con la raccomandazione di stare...

Il Rosario per la Pace nel mondo

A conclusione del mese mariano Papa Francesco desidera offrire un segno di speranza al mondo, sofferente per il conflitto in Ucraina, e...

Stop war: Preservare la cultura per scongiurare un conflitto globale.

a cura della Redazione/ La Fondazione Culturale "Paolo di Tarso", Città della Pace, patrocina in questi giorni, con...