Don Ernest Simoni Testimone di Misericordia nel nostro Tempo

Don Ernest Simoni testimone di misericordia nel nostro tempoa cura di Viviana Normando/

Un esempio vivo di misericordia e di santità attraverso l’amore di Gesù. Questa è la straordinaria testimonianza di Don Ernest Simoni raccontata da Mimmo Muolo. La forza e il coraggio che gli sono venuti solo da Gesù, come ha ripetuto più volte il sacerdote “considerato scomodo”, Don Ernest, albanese, sopravvissuto alla persecuzione del regime comunista, torturato per ventotto anni a partire dal suo rapimento nella notte di Natale del 1963, e che ha incontrato e commosso di recente Papa Francesco a Tirana. La storia di un uomo che parla con la consapevolezza di avere avuto un dono da Dio, semplicemente il suo amore, e che ha perdonato i suoi aguzzini senza mai stancarsi di fare il sacerdote e di darsi agli altri. Una vicenda incredibile che le suore Paoline ci hanno tenuto particolarmente che si conoscesse di più coinvolgendo Mimmo Muolo, che è stato poi trascinato in questo caso dalla notizia. “Si tratta infatti – ha detto Mimmo Muolo – di una notizia che cerca e che ti trova quella di una vita trascorsa tra supplizi e che nonostante tutto si è rigenerata con l’amore”. Una storia che ci fa comprendere come tutto sia possibile tra tutti i mali di oggi e come si possa rifiorire continuando ad andare sempre avanti.

Don Ernest Simoni testimone di misericordia nel nostro tempo

La presentazione del libroDon Ernest Simoni. Dai lavori forzati all’incontro con Francesco” edito dalle Paoline, a cura di Mimmo Muolo giornalista di “Avvenire” e direttore della Rivista “Il Serrano”, ha avuto luogo mercoledì 20 aprile presso la Libreria Paoline International a Roma. In occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia sono intervenuti alla presentazione oltre al protagonista Don Ernest Simoni, Sua Eccellenza mons. Marcello Semeraro Vescovo di Albano; mons. Marco Gnavi Parroco di S. Maria in Trastevere. Ha moderato l’incontro Vania De Luca Vaticanista di Rainews24, Presidente UCSI.

Il libro racconta, l’incredibile e drammatica vicenda di un prete sopravvissuto alla persecuzione del regime comunista albanese: una testimonianza di coraggio, riconciliazione, perdono, misericordia. A Tirana, infatti, il 21 settembre 2014 don Ernest Simoni, sacerdote albanese sopravvissuto alla persecuzione del regime comunista, incontra papa Francesco. La sua storia, drammatica e tuttavia attraversata da instancabile zelo apostolico, commuove il Pontefice. Per undicimila giorni, quasi 28 anni della sua vita, don Ernest è stato sottoposto a torture, carcere, lavori forzati. La persecuzione inizia nella notte di Natale del 1963, quando, per il semplice fatto di essere prete, viene arrestato e messo in cella di isolamento. Sottoposto a torture e condannato a morte, si vede commutare la condanna capitale in 25 anni di lavori forzati, poi ridotti a 18, di cui 12 trascorsi in miniera. Durante il periodo della prigionia don Ernest continua a celebrare la messa a memoria, in latino, e a distribuire la comunione di nascosto. Uscito dal campo di lavoro forzato, viene nuovamente condannato: questa volta è assegnato alla manutenzione delle fogne della città di Scutari. Sotto un regime di cui ancora poco si conoscono i tragici e brutali contorni, ma che aveva sottoposto un intero Paese ad un clima da Grande Fratello orwelliano, don Ernest riesce comunque a sopravvivere e a non piegarsi. Finalmente, nel 1990 arriva la libertà. Tanta la violenza subita che, quanto il 5 settembre 1990, un funzionario di polizia gli dice che è libero, che può tornare a fare il sacerdote, lui crede che si tratti dell’ennesimo inganno. Con il crollo del regime e la ritrovata libertà di culto, don Ernest inizia un’intensa attività pastorale, volta soprattutto alla riconciliazione. Lo fa in prima persona, perdonando i suoi aguzzini, per i quali invoca costantemente la misericordia del Padre. A divulgare questa storia è Mimmo Muolo, vaticanista e vicecapo della redazione romana di Avvenire, che propone al pubblico un ritratto di questo grande testimone della Misericordia.

Don Ernest Simoni testimone di misericordia nel nostro tempo

L’Autore ha anche potuto intervistare personalmente don Ernest, le cui parole, spesso citate testualmente, consentono di ricostruire un quadro completo delle vicissitudini che hanno coinvolto lui e la sua famiglia, disegnando, sullo sfondo, il clima degli anni bui della dittatura, ma anche le speranze legate alla rinascita.

Scrive nella Prefazione mons. Angelo Massafra, arcivescovo metropolita di Scutari-Pult e presidente della Conferenza Episcopale Albanese: “Di lui, esemplare nella sua fedeltà a Gesù, il lettore potrà apprezzare l’indefettibile forza di volontà, la capacità di pregare e di essere vicino agli altri e l’estrema umiltà. Io non ho fatto niente. È tutto merito di Dio, suole ripetere quando ripercorre la sua vita e imiracoli che ritiene di aver ricevuto dal Signore”. Gli fa eco l’Autore ricordando l’abbraccio del 2014 tra don Ernest e papa Francesco: “In quell’abbraccio, nelle lacrime del Papa, nell’applauso della folla che gremiva la cattedrale c’era in sintesi tutta la vita di don Ernest, tutte le sue sofferenze, tutta la croce portata per decenni da lui come da mille e mille altri cattolici d’Albania. E c’era la lode a Dio per aver trasformato quel dolore e quelle sofferenze in una testimonianza stupenda di fedeltà a Cristo e alla Chiesa, che in quegli istanti persino il Papa suggellava con le sue lacrime“.

Per informazioni sul libro: Libreria Paoline International
Tel. 06 6872354; Mail: centro@paoline-multimedia.it

 

Get in Touch

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli Correlati

Papa Francesco: messa per anniversario Lampedusa, “la cultura del benessere ci rende insensibili alle grida degli altri”

“La cultura del benessere, che ci porta a pensare a noi stessi, ci rende insensibili alle grida degli altri, ci fa vivere bolle di...

Papa Francesco, omelia nella Messa dell’anniversario della visita a Lampedusa – 8 luglio 2020

00:09:53
L'omelia di Papa Francesco nella Messa dell'anniversario della visita a Lampedusa - 8 luglio 2020 TV2000

Un’Europa più giusta, equa e sostenibile: l’appello di Comece e Cec

C’è da rafforzare l’impegno per il progetto europeo e i suoi valori comuni, al fine di rendere l'Europa più giusta, più equa e più...

Get in Touch

20,832FansLike
2,401FollowersFollow
16,700SubscribersSubscribe

Ultime News

Papa Francesco: messa per anniversario Lampedusa, “la cultura del benessere ci rende insensibili alle grida degli altri”

“La cultura del benessere, che ci porta a pensare a noi stessi, ci rende insensibili alle grida degli altri, ci fa vivere bolle di...
00:09:53

Papa Francesco, omelia nella Messa dell’anniversario della visita a Lampedusa – 8 luglio 2020

L'omelia di Papa Francesco nella Messa dell'anniversario della visita a Lampedusa - 8 luglio 2020 TV2000

Un’Europa più giusta, equa e sostenibile: l’appello di Comece e Cec

C’è da rafforzare l’impegno per il progetto europeo e i suoi valori comuni, al fine di rendere l'Europa più giusta, più equa e più...

A Maria comunque e sempre il nostro grazie durante la Pandemia

A Maria comunque e sempre il nostro grazie durante la Pandemia  Il 19 maggio 2020 ricorre il 72esimo anniversario dell’apparizione di Maria in una grotta...

Celebrazione della Domenica delle Palme- Recita dell’Angelus 05 aprile 2020 Papa Francesco

Basilica di San Pietro-Celebrazione della Domenica delle Palme e della Passione del Signore-Recita della Preghiera dell’Angelus Fonte Canale Youtube Vatican News - Italiano