Giubileo: la testimonianza di un Missionario della Misericordia

Must read

00:17:49

Angelus 01 agosto 2021 Papa Francesco

Da Piazza San Pietro, recita della Preghiera dell’Angelus guidata da Papa Francesco. "Usare le persone per il proprio profitto:...

Il Papa: fede matura se al centro c’è Dio e non i nostri bisogni

Perché cerchiamo il Signore? Quali sono le motivazioni della nostra fede? Sono queste le domande che Papa Francesco rivolge ai fedeli all’Angelus dopo...

Il Papa al Gemelli per un intervento chirurgico programmato

Papa Francesco nel pomeriggio di domenica 4 luglio si è recato al Policlinico Gemelli per un intervento...

Il Movimento NOI dice basta alle logiche di palazzo del partitismo italiano e si candida come forza di rinnovamento del Paese

di Fabio Gallo e Alessandro Oteri/ Alessandro Oteri è il nostro Delegato per la Città di Palermo e...

Giubileo della Misericordia - MissionariE’ uno degli eventi più attesi del Giubileo della Misericordia: domani, Mercoledì delle Ceneri, Papa Francesco invierà i Missionari della Misericordia, sacerdoti che riceveranno il “mandato” unito alla facoltà di assolvere anche i peccati riservati alla Santa Sede. A loro il Papa ha voluto inoltre riservare un’udienza speciale che si svolgerà stasera in Vaticano, a partire dalle 17.30. Monia Parente ha chiesto a fra Emiliano Antenucci, uno degli oltre mille Missionari della Misericordia, di raccontare come sta vivendo questo momento così speciale.

R. – Con un sentimento di gioia, ma anche di grande responsabilità, perché la misericordia è il secondo nome dell’amore, è il volto di Dio, e noi soprattutto, confessori, dobbiamo essere un frammento, un pezzetto del volto misericordioso del Signore.

D. – Questa mattina, tra l’altro, Papa Francesco, proprio durante la Santa Messa nella Basilica Vaticana con i frati minori cappuccini, alla quale anche lei ha partecipato, ha ricordato come la vostra tradizione sia proprio una tradizione di perdono…

R. – Sì, il perdono è “per dono che perdoni” – lo dice la stessa parola – e – invertendo la parola – può diventare “dono per”. Il perdono, infatti, è un dono di Dio, una grazia e non è tanto un sentimento. Innanzitutto, uno si deve sentire perdonato da Dio e dopo che si è sentito perdonato da Dio può perdonare se stesso e può perdonare anche gli altri.

D. – Nella sua vita di sacerdote, in particolare di confessore, cosa rappresenta il Giubileo della Misericordia?

R. – Una grazia immensa! La misericordia è uno scandalo, primo per noi cristiani, perché questa parola richiama tante altre parole: richiama l’accoglienza, richiama lo stesso perdono, richiama anche la giustizia. Nel libro-intervista di Tornielli, infatti, il Papa dice: “Peccatori sì, corrotti no”. Quindi richiama tante cose. Un conto è la bontà, che può essere una qualità del carattere, un conto è la misericordia, che è un atteggiamento. La stessa parola miserere cordis è un atteggiamento del cuore che abbiamo soprattutto verso gli ultimi, i poveri, gli abbandonati.

Fonte News.va

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

00:17:49

Angelus 01 agosto 2021 Papa Francesco

Da Piazza San Pietro, recita della Preghiera dell’Angelus guidata da Papa Francesco. "Usare le persone per il proprio profitto:...

Il Papa: fede matura se al centro c’è Dio e non i nostri bisogni

Perché cerchiamo il Signore? Quali sono le motivazioni della nostra fede? Sono queste le domande che Papa Francesco rivolge ai fedeli all’Angelus dopo...

Il Papa al Gemelli per un intervento chirurgico programmato

Papa Francesco nel pomeriggio di domenica 4 luglio si è recato al Policlinico Gemelli per un intervento...

Il Movimento NOI dice basta alle logiche di palazzo del partitismo italiano e si candida come forza di rinnovamento del Paese

di Fabio Gallo e Alessandro Oteri/ Alessandro Oteri è il nostro Delegato per la Città di Palermo e...

Movimento NOI, in Sicilia la Politica con la “P” maiuscola auspicata da Papa Francesco.

Il Movimento sturziano NOI cresce e si radica in Sicilia. Ad annunciarlo è il portavoce nazionale Fabio...