Un Trapasso Epocale

Must read

2021: l’Italia che Rinasce vince in Bellezza. Da Treviso a Cosenza punti di eccellenza

a cura di Marco Zabotti/ A Parma si apre l’anno della Capitale italiana della Cultura 2021, dopo...

Papa Francesco: Dio ci ama nelle nostre fragilità, apriamogli la porta di casa

a cura della Redazione/ E' un messaggio di amore infinito verso l'umanità quello...

Celebrazione della 54° Giornata Mondiale della Pace

a cura della Redazione/ 1. Alle soglie del nuovo anno, desidero porgere i...

Beni Culturali, Cosenza: nasce il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI

a cura della Redazione/ Giovedì 17 dicembre 2020, la Biblioteca Nazionale di Cosenza e la Fondazione...

diritti umani vaticanesea cura dell’Avv. Giovanni Borrelli/

Nel mondo si sta verificando un mutamento globale di proporzioni quasi planetarie, che non può essere interpretato come semplicistico passaggio generazionale. Tale cambiamento epocale, difatti, era stato previsto ed anticipato dalla Populorum Progressio di Papa Paolo VI che, sollecitando l’urgenza di affrontare le molteplici problematiche dei paesi meno sviluppati, richiedeva sviluppo ed audaci trasformazioni innovatrici. Perseverando, invece, tali gravi problematiche, Papa Giovanni Paolo II, con la riconosciuta sensibilità, ammoniva come la Chiesa fosse pronta a farsi carico della causa dei poveri, divenendo voce degli inascoltati per chiedere ed ottenere giustizia, tant’è che Papa Francesco, facendo propri tali tracciati e richiamandosi anche a Papa Giovanni XXIII, ribadisce, senza soluzione di continuità, che si attui il bene universale, nell’ottica della indifferibile eguaglianza dei diritti e dei doveri dei meno forti e meno fortunati.

La Chiesa ha, quindi, compreso, da molti anni, il bisogno di rinnovamento profondo, estendendo a tutto il mondo i concetti universali di libertà di pensiero e diritto ad una vita dignitosa, alla luce anche della globalizzazione e prendendo su di sé il tardivo peccato di omissione, per non aver gridato e denunciato con più forza le intollerabili condizioni di estrema povertà; riconoscendo amaramente i propri errori ha condannato non il legittimo capitalismo ma la egoistica, mera, etica del profitto svincolato da regole e teso a raggiungere i propri fini asservendo anche l’uomo.

Tale coraggioso comportamento pone la Chiesa alla attenzione, non più critica, di tutti i paesi del mondo, specialmente di quelli più poveri, per cui Essa si riappropria del ruolo di guida del mondo, suggellando come Essa sia ancora unica garanzia di tutela dei diritti della persona, cui ciascuno può fare affidamento; tutto questo solo in virtu’ del Vangelo che costituisce la salvezza per tutti.

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

2021: l’Italia che Rinasce vince in Bellezza. Da Treviso a Cosenza punti di eccellenza

a cura di Marco Zabotti/ A Parma si apre l’anno della Capitale italiana della Cultura 2021, dopo...

Papa Francesco: Dio ci ama nelle nostre fragilità, apriamogli la porta di casa

a cura della Redazione/ E' un messaggio di amore infinito verso l'umanità quello...

Celebrazione della 54° Giornata Mondiale della Pace

a cura della Redazione/ 1. Alle soglie del nuovo anno, desidero porgere i...

Beni Culturali, Cosenza: nasce il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI

a cura della Redazione/ Giovedì 17 dicembre 2020, la Biblioteca Nazionale di Cosenza e la Fondazione...

Papa Francesco: messa per anniversario Lampedusa, “la cultura del benessere ci rende insensibili alle grida degli altri”

“La cultura del benessere, che ci porta a pensare a noi stessi, ci rende insensibili alle grida degli altri, ci fa vivere bolle di...