Redazione Il Vaticanese

Un Natale in difesa dei Diritti Umani per l’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nella notte dei Diritti Umani a Roma tra Autorità e Istituzioni tra cui il Sindaco di Matera, capitale della Cultura Europea nel 2019, è premiato il modo di fare della Fondazione "Paolo di Tarso". Premiata Viviana Normando Direttore del Gruppo ComunicareITALIA per l'informazione etica.

La Prof.ssa Palmieri Presidente INPEF e il Direttore de Il Vaticanese.it Viviana Normando - Il Vaticanese.it

a cura della Redazione de Il Vaticanese.it/

Difesa dei Diritti Umani, Tutela dei Bambini e della Famiglia sono i temi centrali del Gala ANPEF – Associazione Nazionale dei Pedagogisti Familiari, che ha luogo a Roma venerdì 12 dicembre 2014, presso l’Hotel Sheraton di Roma, in Viale del Pattinaggio 100, dalle ore 19.00. La Festa di Natale ANPEF 2014 “A cena con gli Autori delle Buone Azioni sociali” è una serata di scambio di auguri natalizi e di solidarietà concreta, che con l’organizzazione dell’ANPEF vede uniti prima di tutto gli Enti, i programmi, le attività, le professioni, le persone che durante il 2014 hanno lavorato in maniera indefessa per il bene della società, con particolare riferimento ai più piccoli ed ai nuclei familiari. Tra i programmi volti a valorizzare i Diritti Umani alcuni riconoscimenti a Istituzioni che hanno operato per il bene comune.

IL MESSAGGIO E GLI IMPEGNI DEL PRESIDENTE DELL’IMPEF
A fare gli onori di casa la Prof.ssa Vincenza Palmieri Presidente dell’I.N.P.E.F. e fondatrice del programma “Vivere senza psicofarmaci”. Presenti i protagonisti della Vita Pubblica del nostro Paese, dell’Associazionismo, del mondo dell’Arte, dello Sport, dei Media e dell’Informazione. Ma anche tantissimi giovani, genitori, nonni, amici, studenti, collaboratori e sostenitori. La serata è dedicata, come da tradizione, alle Iniziative Umanitarie realizzate nell’ultimo anno, tra cui:

  1. “MAI PIÙ UN BAMBINO”, che ha visto l’adesione di numerosi Comuni italiani, ed è stato il filo conduttore di attività istituzionali e di rete in favore di bambini abusati e sottratti ingiustamente alle famiglie.
  2. “VIVERE SENZA PSICOFARMACI®” che, anche quest’anno, ha salvato centinaia di giovani, di bambini e di adulti, da un imbuto senza speranza: l’abuso di psicofarmaci e trattamenti invasivi, inappropriati, inopportuni. La testimonianza dei ragazzi che ce l’hanno fatta, costituirà un emozionante momento di condivisione, verso una vita sana, per tutti.
  3. “NOI SIAMO AMICI DI THOMAS”, a sostegno dei bambini che non vengono ascoltati e rimangono vittime del pregiudizio.
  4. “TROPPI PER ESSERE VERO” – Sono tutti dislessici?” Campagna contro l’abuso diagnostico nei confronti dei bambini.
  5. “LA MUSICA CAMBIA: L’INFORMAZIONE A MISURA DI FAMIGLIA” in collaborazione con Sanremo Musica Classic.

I nuovi Progetti Letterari, tra cui “I MALAMENTE”, che hanno sollecitato un ampio dibattito interdisciplinare sul tema della Mediazione Penale Minorile e sul disagio adolescenziale promuovendo interventi basati sull’Approccio Familiare Multidisciplinare Coordinato ed Interistituzionale.

L’ATTIVITA’ DI AMPEF E IMPEF PER FORMARE IL PEDAGOGISTA FAMILIARE
L’ANPEF, insieme all’INPEF – Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare, opera su tutto il territorio nazionale per promuovere iniziative culturali, istituzionali e legislative, occupandosi di formare e diffondere la nuova figura del Pedagogista Familiare, un professionista che accompagna il nucleo familiare in difficoltà nel corso dell’attuazione di interventi di sostegno genitoriale, volti a migliorare la qualità delle relazioni interpersonali che si sviluppano all’interno della famiglia. Nella Difesa dei Diritti Umani è stata denunciata ogni forma di violazione; sono stati siglati accordi con Enti, Associazioni, Istituzioni e Governi, anche nelle Sedi Internazionali e Diplomatiche.

TRA I RISULTATI RAGGIUNTI DALL’INPEF: L’ACCORDO CON L’ECUADOR
Nella festa di Natale ANPEF, a seguire del benvenuto della Prof.ssa Vincenza Palmieri con un breve e significativo resoconto su “Un anno di impegno e Solidarietà per le Riforme Sociali, i Diritti Umani ed i Diritti dei Bambini: gli esiti delle Attività del 2014” è previsto l’intervento straordinario di S.E. Juan Fernando Holguin Flores, Ambasciatore dell’Ecuador in Italia. Uno degli obiettivi raggiunti dall’INPEF quest’anno è stato proprio un accordo firmato con l’Ecuador, un protocollo INPEF-ECUADOR, che è fondamentale per la realizzazione di un progetto integrato per la Tutela dei Minori Ecuadoriani in Italia, allontanati dalle famiglie”, come è stato già riportato dalla stampa in occasione della Giornata Mondiale per i Diritti dell’Infanzia e nella ricorrenza del venticinquesimo anno dell’approvazione della Convenzione ONU, con cui sono stati sanciti sul piano internazionale i Diritti fondamentali dei Minori”.

SALVATORE ADDUCE SINDACO DI MATERA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019
Ospite d’onore Salvatore Adduce
, Sindaco di Matera, orgoglio dell’Italia per la nomina da pochi giorni a Capitale Europea della Cultura 2019. Il grande evento di solidarietà prosegue con interviste e testimonianze su “Progetti, Rete, Comunicazione, Formazione, le Persone”.

PREMIO ISTITUTO NAZIONALE DI PEDAGOGIA FAMILIARE 2014
Il Prestigioso riconoscimento è assegnato a Viviana Normando, Direttore Responsabile delle testate Giornalistiche del Gruppo ComunicareITALIA della Fondazione Culturale “Paolo di Tarso”. Il Riconoscimento valorizza il ruolo nella comunicazione Etica rispettosa della dignità della Persona, linea editoriale che vivifica le attività giornalistiche del Gruppo Cattolico. Giornalista, garante di una comunicazione etica finalizzata al bene comune, Viviana Normando è attuale membro della Commissione Disciplinare del Tribunale di Roma. In questa speciale occasione sarà anche rappresentante della Fondazione “Paolo di Tarso” presieduta dalla Prof.ssa Luana Gallo che si è dichiarata particolarmente emozionata per il prestigioso riconoscimento che non solo giungono alla Giornalista ma, soprattutto alla Donna Viviana Normando che negli anni ha mostrato coerenza e coraggio nel sostenere la linea editoriale che prevede una forte azione in rete a tutela dei Diritti Umani. Nella motivazione si legge: “Per il sostegno che sempre ci è stato offerto e per l’attenzione verso i Bambini meno fortunati, nella pratica costante di una Vita percorsa “Insieme a Francesco”. Un premio – commenta Viaviana Normando – esteso a tutta la Fondazione Paolo di Tarso, una Fondazione che, per seguire il Vangelo, spesso ha rinunciato a progetti più ambiziosi per restare nella coerenza, nella semplicità e nella creatività che ogni giorno ti sa offrire, sia pur volando sempre in alto come incentivava a fare San Giovanni Paolo II. 

“INSIEME A FRANCESCO”  IN RETE COME NELLA VITA. L’IDEA DELLA FONDAZIONE SU IL VATICANESE.IT
Prima a dare l’ Habemus Papam al mondo la testata giornalistica digitale ILVATICANESE.IT ideata da Fabio Gallo e diretta da Viviana Normando, ha scelto una linea editoriale davvero originale: la calma. La Rete, si sa, è davvero frenetica e la stessa velocità dell’informazione produce molta superficialità. Per questo motivo Fabio Gallo, esperto di gestione della Conoscenza e Direttore Editoriale de ILVATICANESE.IT , ha proposto che la testata potesse fare da ritrovo per chi necessita di approfondimenti. Ciò, colmando un vuoto strategico nella comunicazione di rete che a causa di centinaia di news di cronaca quotidiana produce  una informazione orizzontale ma non di approfondimento e riflessione. Indispensabile per recepire il messaggio religioso. L’idea immediatamente recepita dal Direttore Viviana Normando è presto diventata il luogo della Rete ove si ritrova una comunicazione etica che offre spazio alle iniziative volte al bene comune.
E’ così che nasce all’interno della testata ILVATICANESE.IT  la rubrica “INSIEME A FRANCESCO”  che ci offre l’opportunità di riascoltare, rivedere e rivivere momenti emozionanti regalati al mondo dalle attività di Papa Francesco. Unica nel suo genere questa rubrica molto colorata ha ispirato una condotta di vita, un modello di fare per chi desidera camminare INSIEME A FRANCESCO  e cioè, nella direzione dell’insegnamento evangelico di Francesco. proprio lungo questo cammino si sono ritrovati a collaborare per le opere caritatevoli del Santo Padre l’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare e la Fondazione “Paolo di Tarso”. Un’esperienza assai gratificante che ha saputo valorizzare valori alti come la lealtà, la correttezza, l’onestà, la comprensione, la trasparenza, la solidarietà, la sana competizione.

IL RICONOSCIEMENTO: INCENTIVO ALLA FONDAZIONE “PAOLO DI TARSO” A CONTINUARE LA SUA OPERA
E’ anche la storia di questi ragazzi, come la necessità di dare voce a chi tutela i Diritti Umani, che porta la Fondazione “Paolo di Tarso” definita per questo “una piccola fabbrica di Bene Comune”, a continuare la sua attività di comunicazione. Oggi l’informazione è più importante che mai poiché se esercitata con coerenza alle fonti, in modo che essa sia rispettosa della dignità delle persone e senza strumentalizzazioni, può supportare la crescita sociale ed economica del nostro Paese che brilla nella comunità internazionale per cultura e tradizioni. Il Gruppo ComunicareITALIA cui appartiene ILVATICANESE.IT lavora in questa direzione.

TANTI AMICI PER UN FINE COMUNE: IL BENE.
La serata del 12 dicembre p.v. – che vede la presenza e gli interventi degli “Autori delle Buone Azioni Sociali” che hanno caratterizzato quest’ultimo anno – è una FESTA per parlare di quello che è stato fatto ma, soprattutto, di quello che ci si accinge a fare. In rete. Di seguito, alcune anticipazioni sul Programma. Sono con noi: la giornalista televisiva Monia Gambarotto; la giornalista radiofonica Valeria Biotti, la cantante Ally, il gruppo musicale “Quei Tre”, la famosa Bambola Social “Pezzolina”, con testimonial d’eccezione Daniele Masala, Campione Olimpico – Los Angeles 1984. Il programma, inoltre, prevede una cena a buffet e la consegna del Premio Nazionale in Pedagogia Familiare 2014. Esserci è un modo per condividere, sostenere, divertirsi ed emozionarsi. Mi piace salutare con un motto che noi amiamo molto: “Per far cambiare il vento bisogna soffiare forte, non bisogna fermarsi mai e non si può essere soli!”.

MODALITA’ DI ADESIONE E DI SOSTEGNO ALL’INPEF
Per partecipare al Gala di Natale dell’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare ed essere “A cena con gli Autori delle Buone Azioni Sociali” e donare a sostegno delle attività dell’INPEF, è possibile contattare direttamente l’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare ®, V.le Trastevere 209 A/1 – 00153 Roma. Tel.: 065811057 -Fax: 065803948- pedagogiafamiliare@gmail.com.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>