Papa Francesco alla Comunità di Sant’Egidio: l’incontro con i poveri

Must read

2021: l’Italia che Rinasce vince in Bellezza. Da Treviso a Cosenza punti di eccellenza

a cura di Marco Zabotti/ A Parma si apre l’anno della Capitale italiana della Cultura 2021, dopo...

Papa Francesco: Dio ci ama nelle nostre fragilità, apriamogli la porta di casa

a cura della Redazione/ E' un messaggio di amore infinito verso l'umanità quello...

Celebrazione della 54° Giornata Mondiale della Pace

a cura della Redazione/ 1. Alle soglie del nuovo anno, desidero porgere i...

Beni Culturali, Cosenza: nasce il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI

a cura della Redazione/ Giovedì 17 dicembre 2020, la Biblioteca Nazionale di Cosenza e la Fondazione...

pane bianco Simply Med - Il VaticanesePapa Francesco visiterà la Comunità di Sant’Egidio domenica 15 giugno in un incontro dedicato essenzialmente ai poveri che sono «al centro del Vangelo di Gesù» e che costituiscono un fondamentale impegno per la Comunità, vissuto come amicizia e come servizio. Lo annuncia la realtà ecclesiale fondata da Andrea Riccardi e ora presieduta da Marco Impagliazzo con una nota con cui vengono spiegati i dettagli della visita.

Il Pontefice arriverà a Trastevere alle 17, accompagnato dal professor Riccardi attraverserà a piedi piazza Santa Maria in Trastevere, i cui ultimi parroci – compreso l’attuale, monsignor Marco Gnavi – appartengono alla Comunità. Lì incontrerà i fedeli e ascolterà i loro saluti. Sempre in Basilica renderà omaggio all’icona della Madonna della Clemenza, la più antica immagine lignea di Maria esistente a Roma; quindi ascolterà alcune significative testimonianze e rivolgerà un discorso ai fedeli. Seguirà quindi un momento di preghiera.

Lasciata la Basilica di Santa Maria in Trastevere, papa Francesco, sempre a piedi, si recherà poi nella sede della Comunità in piazza Sant’Egidio, dove incontrerà i responsabili della Comunità, alcuni vescovi, sacerdoti e seminaristi, malati e altri gruppi di persone.

«Nella Comunità di Sant’Egidio – spiega la nota della Comunità di Sant’Egidio – il servizio ai poveri è presente fin dall’inizio e si è diversificato nel corso degli anni per rispondere alle nuove esigenze che via via si presentavano: scuole della pace, persone senza fissa dimora, stranieri immigrati, i “nuovi europei”, rifugiati, rom e sinti, persone con disabilità, anziani soli». Infatti «a Roma – come ovunque nel mondo è presente una Comunità di Sant’Egidio – i poveri sono al centro dell’attenzione e dell’ascolto, sono a pieno titolo familiari della Comunità». Basti ricordare il pranzo di Natale con i poveri, «un’iniziativa che coinvolge ogni anno decine di migliaia di persone nel mondo». Sarà proprio con queste realtà che papa Francesco avrà un’esperienza diretta nel corso della sua visita.

Papa Francesco sarà il terzo Pontefice a visitare la sede della Comunità. Papa Giovanni Paolo II lo fece in due occasioni: il 27 aprile 1980 e poi il 3 ottobre 1993. Benedetto XVI lo ha fatto il 27 dicembre 2009. L’evento potrà essere seguito anche in streaming dal sito della Comunità oltre che in diretta web e tv con il Centro Televisivo Vaticano.

Fonte: www.santegidio.org.

 

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

2021: l’Italia che Rinasce vince in Bellezza. Da Treviso a Cosenza punti di eccellenza

a cura di Marco Zabotti/ A Parma si apre l’anno della Capitale italiana della Cultura 2021, dopo...

Papa Francesco: Dio ci ama nelle nostre fragilità, apriamogli la porta di casa

a cura della Redazione/ E' un messaggio di amore infinito verso l'umanità quello...

Celebrazione della 54° Giornata Mondiale della Pace

a cura della Redazione/ 1. Alle soglie del nuovo anno, desidero porgere i...

Beni Culturali, Cosenza: nasce il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI

a cura della Redazione/ Giovedì 17 dicembre 2020, la Biblioteca Nazionale di Cosenza e la Fondazione...

Papa Francesco: messa per anniversario Lampedusa, “la cultura del benessere ci rende insensibili alle grida degli altri”

“La cultura del benessere, che ci porta a pensare a noi stessi, ci rende insensibili alle grida degli altri, ci fa vivere bolle di...