Papa Francesco: liberatevi dalla “Sindrome di Giona”. No a santità da “tintoria”

Must read

Famiglia oggi, con Gigi De Palo e Francesco Gallo. Incontro pubblico promosso dall’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”.

“Famiglia: a che punto siamo? Dialoghi su crisi demografica, assegno unico, alleanza educativa”.  E' questo il tema generale...

Covid, le ultime news. La Cina ammette: “I nostri vaccini hanno bassa efficacia”. LIVE

Pechino per la prima volta parla della scarsa validità dei suoi farmaci anti Covid: "Non hanno un...

Il Papa: la fede non sia a metà, ma dia e si faccia dono

I cristiani non restino indifferenti, non vivano una fede a metà. Nella II Domenica di Pasqua della Divina Misericordia, Francesco, celebrando la...

Papa: stupirsi di fronte a Gesù che trionfa sulla croce

Un invito a ripartire dallo stupore di fronte all’amore di Cristo. É quello levato dal Papa, dall’altare della Cattedra nella Basilica Vaticana,...

papa-francesco-vaticano-ilvaticanese-sindrome di giona
Papa Francesco: liberatevi da “Sindrome di Giona” – No a santità da “tintoria”

Citta’ del Vaticano/

Non basta una ”religiosita’ perfetta” o una ”santita’ di ‘tintoria”’ per salvarsi. I cristiani devono liberarsi dalla ‘sindrome di Giona’. Lo ha detto papa Francesco nell’omelia, pubblicata da Radio Vaticana, della messa celebrata stamane a Santa Marta. ”La ‘sindrome di Giona’ – ha spiegato il papa – non ha lo zelo per la conversione della gente, cerca una santita’, mi permetto la parola, una santita’ di ‘tintoria’, tutta bella, tutta benfatta, ma senza quello zelo di andare a predicare il Signore. Ma il Signore di fronte a questa generazione ammalata dalla ‘sindrome di Giona’ promette il segno di Giona. L’altra versione, quella di Matteo, dice: Giona e’ stato dentro la balena tre notti e tre giorni, riferimento a Gesu’ nel sepolcro, alla sua morte e alla sua Risurrezione, e quello e’ il segno che Gesu’ promette, contro l’ipocrisia, contro questo atteggiamento di religiosita’ perfetta, contro questo atteggiamento di un gruppo di farisei”. C’e’, ha ammonito papa Francesco, la ”sindrome di Giona”. Il Signore gli chiede di andare a Ninive e lui fugge in Spagna. Giona, ha detto, ”aveva le cose chiare: la dottrina e’ questa”, ”si deve fare questo” e i peccatori ”si arrangino, io me ne vado”. Quelli che ”vivono secondo questa sindrome di Giona”, ha aggiunto il pontefice, Gesu’ ”li chiama ipocriti, perche’ non vogliono la salvezza” della ”povera gente”, degli ”ignoranti” e ”peccatori”. ”Ecco, la ‘sindrome di Giona’ – ha proseguito il pontefice – ci porta alla ipocrisia, a quella sufficienza, ad essere cristiani puliti, perfetti, ‘perche’ noi facciamo queste opere: compiamo i comandamenti, tutto’. E’ una grossa malattia. E il segno di Giona, che la misericordia di Dio in Gesu’ Cristo, morto e risorto per noi, per la nostra salvezza. Sono due parole nella prima lettura che si collegano con questo. Paolo dice di se stesso che e’ apostolo non perche’ ha studiato questo, no: apostolo per chiamata. E ai cristiani dice: ‘Siete voi chiamati da Gesu’ Cristo’. Il segno di Giona ci chiama: seguire il Signore, peccatori, siamo tutti, con umilta’, con mitezza. C’e’ una chiamata, anche una scelta”

Fotografia: Osservatore Romano

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Famiglia oggi, con Gigi De Palo e Francesco Gallo. Incontro pubblico promosso dall’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”.

“Famiglia: a che punto siamo? Dialoghi su crisi demografica, assegno unico, alleanza educativa”.  E' questo il tema generale...

Covid, le ultime news. La Cina ammette: “I nostri vaccini hanno bassa efficacia”. LIVE

Pechino per la prima volta parla della scarsa validità dei suoi farmaci anti Covid: "Non hanno un...

Il Papa: la fede non sia a metà, ma dia e si faccia dono

I cristiani non restino indifferenti, non vivano una fede a metà. Nella II Domenica di Pasqua della Divina Misericordia, Francesco, celebrando la...

Papa: stupirsi di fronte a Gesù che trionfa sulla croce

Un invito a ripartire dallo stupore di fronte all’amore di Cristo. É quello levato dal Papa, dall’altare della Cattedra nella Basilica Vaticana,...

Papa Francesco: “realizzare attività museali e culturali negli edifici annessi alla basilica lateranense”

“Realizzare, nel complesso di quello che è stato per secoli noto come ‘Patriarchio lateranense’, attività museali e...