Consacrato il Vescovo di Roma ovest: Paolo Selvadagi una delle “primizie di Papa Francesco”

Must read

Etiopia, tragedia dimenticata. Il vescovo del Tigrai: fermate guerra e genocidio. Video

Paolo Lambruschi Avvenire Desolazione e distruzione, fame e spada, chi ti consolerà? Cita il profeta Isaia (51:19) il vescovo dell’eparchia cattolica di...

Don Marco Pagniello è il nuovo direttore di Caritas Italiana

Vatican News “Ringrazio il Consiglio permanente della Cei per la fiducia mostrata nei miei confronti”. Così il nuovo direttore...

“Verso un noi sempre più grande”: porte aperte alla speranza.

Guardare negli occhi dei migranti e scorgere la loro voglia di ricominciare. Papa Francesco lo aveva chiesto ai tanti fedeli che erano...

Francesco: sogno un mondo geloso del Creato e vicino ai fragili

“Quando si sogna da soli, è solo un sogno; ma quando si sogna con gli altri, è l’inizio di una nuova realtà”:...

Sabato 7 settembre 2013, nella vigilia della natività di Maria, viene consacrato Vescovo ausiliare di Roma ovest presso l’Arcibasilica Papale di S. Giovanni in Laterano mons. Paolo Selvadagi, la cui nomina dalla Santa Sede è stata da subito definita e ripresa da testate giornalistiche laiche e cattoliche, “una delle primizie” del Pontificato di Papa Francesco.

Il Santo Padre ha nominato in data 14 giugno 2013 Vescovo Titolare di Salpi ed Ausiliare di Roma Settore ovest il Rev.do Mons. Paolo Selvadagi, del clero romano, attualmente Parroco della Parrocchia “Natività di Nostro Signore Gesù Cristo”, assegnandogli la sede titolare di Salpi.

Ricordiamo che il Settore della Diocesi di Roma Ovest, www.diocesidiroma.it, è costituito da otto prefetture di settore per un totale di 72 Parrocchie.

Il Rev.do Mons. Paolo Selvadagi è nato a Roma, il 12 luglio 1946. Ha frequentato il Pontificio Seminario Romano ed è stato ordinato sacerdote l’8 dicembre 1972 ed incardinato nella Diocesi di Roma. Ha conseguito il Dottorato in Teologia alla Pontificia Università Lateranense e la Laurea in Filosofia presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Nel 1988 è stato nominato Cappellano di Sua Santità e nel 2009 Prelato d’Onore di Sua Santità.

Dopo l’ordinazione presbiterale ha ricoperto i seguenti uffici e ministeri: Assistente e Vice-Rettore del Pontificio Seminario Romano Minore (1972-1979); Direttore Spirituale del Pontificio Seminario Romano Minore (1979-1984); Preside dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Ecclesia Mater” (1997-2003); Membro del Consiglio Presbiterale diocesano (1999-2003); Professore di Filosofia alla Pontificia Università Lateranense (dal 1982); Rettore del Pontificio Seminario Romano Minore (1984-2009); Assistente Ecclesiastico dell’Azione Cattolica Diocesana (dal 1990); Rappresentante dei Superiori dei Seminari e dei Collegi di Formazione della Diocesi di Roma nel Consiglio Presbiterale (dal 2003); Parroco di San Giovanni Crisostomo (2009 – 2012); Prefetto della X Prefettura a Roma (dal 2011); Parroco della “Natività di Nostro Signore Gesù Cristo” (dal 2012); Membro del Collegio dei Consultori (dal 2012). Inoltre, è Primicerio dell’Arciconfraternita della Natività di Nostro Signore Gesù Cristo e degli Agonizzanti.

Rinnovando i sentimenti di gratitudine verso Papa Francesco e di stima nei confronti di mons. Paolo Selvadagi, porgiamo i nostri migliori auguri con la redazione de Il Vaticanese.it a mons. Paolo Selvadagi, con una particolare predisposizione anche per il sostegno alle sante vocazioni, nella vicinanza ai movimenti laici tra cui Serra International (www.serra.org, www.serraclubitalia.it)  e già grati per essere un riferimento prezioso della cultura cattolica, non solo nella formazione universitaria ma anche nelle scuole, per la sua esperienza nella Congregazione dell’Educazione Cattolica e per il suo ruolo persino in alcune sedi scolastiche paritarie di Roma, in particolare in qualità di esemplare coordinatore didattico della scuola d’infanzia e primaria dell’Istituto Paolo VI nella Parrocchia di S. Giovanni Crisostomo dove è stato Rettore.

Mons. Paolo Selvadagi ha sempre sottolineato e dimostrato quanto sia importante il cammino congiunto tra formatori, allievi, fedeli e le famiglie, prima scuola di vocazione, perché insieme possano essere pietre vive su cui i giovani possano edificare il loro cammino.

Il Vaticanese.it del gruppo editoriale ComunicareITALIA.it della Fondazione Paolo di Tarso, www.ilvaticanese.it, presente alla consacrazione a Vescovo di mons. Paolo Selvadagi, è accanto alla Chiesa Cattolica, ne promuove le notizie ed è oggi dedicato alla parola di Papa Francesco perché tutti possano fermarsi a riflettere sulle sue numerose sollecitazioni e verità, discernere ed essere cristiani migliori nel quotidiano e seguire i punti di riferimento che Egli indica.

 Fonte, Foto Diocesidiroma.it e Chiesacattolica.it.

Viviana Normando

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Etiopia, tragedia dimenticata. Il vescovo del Tigrai: fermate guerra e genocidio. Video

Paolo Lambruschi Avvenire Desolazione e distruzione, fame e spada, chi ti consolerà? Cita il profeta Isaia (51:19) il vescovo dell’eparchia cattolica di...

Don Marco Pagniello è il nuovo direttore di Caritas Italiana

Vatican News “Ringrazio il Consiglio permanente della Cei per la fiducia mostrata nei miei confronti”. Così il nuovo direttore...

“Verso un noi sempre più grande”: porte aperte alla speranza.

Guardare negli occhi dei migranti e scorgere la loro voglia di ricominciare. Papa Francesco lo aveva chiesto ai tanti fedeli che erano...

Francesco: sogno un mondo geloso del Creato e vicino ai fragili

“Quando si sogna da soli, è solo un sogno; ma quando si sogna con gli altri, è l’inizio di una nuova realtà”:...

Le mura vaticane si aprono a “Connessioni”, il Centro di Alta Competenza di Cosenza

Redazione IlVATICANESE.IT/ Sarà il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI di Cosenza a digitalizzare la nuova cappella del Pontificio Seminario Romano Maggiore. “Connessioni” è la struttura tecnologicamente avanzata...