Seconda Giornata Nazionale delle vittime del dovere d’Italia

Must read

Etiopia, tragedia dimenticata. Il vescovo del Tigrai: fermate guerra e genocidio. Video

Paolo Lambruschi Avvenire Desolazione e distruzione, fame e spada, chi ti consolerà? Cita il profeta Isaia (51:19) il vescovo dell’eparchia cattolica di...

Don Marco Pagniello è il nuovo direttore di Caritas Italiana

Vatican News “Ringrazio il Consiglio permanente della Cei per la fiducia mostrata nei miei confronti”. Così il nuovo direttore...

“Verso un noi sempre più grande”: porte aperte alla speranza.

Guardare negli occhi dei migranti e scorgere la loro voglia di ricominciare. Papa Francesco lo aveva chiesto ai tanti fedeli che erano...

Francesco: sogno un mondo geloso del Creato e vicino ai fragili

“Quando si sogna da soli, è solo un sogno; ma quando si sogna con gli altri, è l’inizio di una nuova realtà”:...

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano - Celebrazione della seconda giornata nazionale delle Vittime del  dovere d'Italia
Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano - Celebrazione della seconda Giornata Nazionale delle Vittime del Dovere d'Italia

Insieme al Papa e alla Presidenza della Repubblica Italiana l’Associazione Nazionale onlus “Le vittime del dovere d’Italia, della criminalità e del terrorismo” ha celebrato la seconda giornata nazionale per non dimenticare chi è stato ucciso perché credeva nei suoi compiti e nei suoi doveri verso la collettività. L’Associazione con il Presidente Cav. Andrea Frasanella, insieme ai familiari delle vittime, è stata accolta in udienza da Papa Francesco in Piazza S. Pietro, mercoledì 22 maggio 2013. L’occasione per la tutela della memoria di coloro che si sono sacrificati per una giusta causa e per il nostro Paese è stata ricordata, venerdì 24 maggio 2013, nella Santa Messa solenne nella Basilica S. Maria degli Angeli e dei Martiri di Roma – Chiesa di Stato, officiata dal Segretario Generale del Vicariato di Roma mons. Paolo Mancini e concelebrata da don Franco Cutrone Parroco della stessa Basilica. “E’ stato un evento molto significativoha detto don Franco Cutroneche ha visto una folta partecipazione di autorità militari e civili accanto ai familiari dei caduti dello Stato Italiano per adempimento del dovere: madri, mogli, fratelli, figli. Commovente durante la Celebrazione il dono di cento rose rosse alla Vergine degli Angeli da parte dei figli, anche piccoli, dei deceduti. Un’offerta di devozione filiale, esempio di autentica fede, che ci aiuta a ricordare sempre e a sperare. Da parte delle mogli in dono a Maria un’immagine della Madonna delle Grazie tratta da San Giovanni Rotondo, dove si è svolta la prima giornata nazionale dell’Associazione”. Alla manifestazione per le vittime del dovere d’Italia è stata conferita dal Presidente Giorgio Napolitano la medaglia della Presidenza della Repubblica Italiana.

Viviana Normando

Info e dettagli: www.levittimedeldovereditalia.it.

- Advertisement -

More articles

- Advertisement -

Latest article

Etiopia, tragedia dimenticata. Il vescovo del Tigrai: fermate guerra e genocidio. Video

Paolo Lambruschi Avvenire Desolazione e distruzione, fame e spada, chi ti consolerà? Cita il profeta Isaia (51:19) il vescovo dell’eparchia cattolica di...

Don Marco Pagniello è il nuovo direttore di Caritas Italiana

Vatican News “Ringrazio il Consiglio permanente della Cei per la fiducia mostrata nei miei confronti”. Così il nuovo direttore...

“Verso un noi sempre più grande”: porte aperte alla speranza.

Guardare negli occhi dei migranti e scorgere la loro voglia di ricominciare. Papa Francesco lo aveva chiesto ai tanti fedeli che erano...

Francesco: sogno un mondo geloso del Creato e vicino ai fragili

“Quando si sogna da soli, è solo un sogno; ma quando si sogna con gli altri, è l’inizio di una nuova realtà”:...

Le mura vaticane si aprono a “Connessioni”, il Centro di Alta Competenza di Cosenza

Redazione IlVATICANESE.IT/ Sarà il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI di Cosenza a digitalizzare la nuova cappella del Pontificio Seminario Romano Maggiore. “Connessioni” è la struttura tecnologicamente avanzata...