Viviana Normando

Italia-Argentina: grazie al Gala di solidarietà sorge un villaggio nel Chago per i bambini più poveri

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Proprio in questi giorni storici di insediamento del primo Papa latino americano Jorge Mario Bergoglio, il nostro Santo Padre Francesco, abbiamo avuto la bella notizia del proseguimento lieto e sereno della vita di un villaggio costruito in Argentina, in Barranqueras, nella provincia del Chaco, il posto più povero della terra. La costruzione di case per bambini poverissimi è stata possibile grazie al reperimento di fondi da parte dell’evento del Gala di Solidarietà, di una delle edizioni che avviene il 5 gennaio di ogni anno a Roma, presso Sheraton Rome.

In questo 2013 anche il Gruppo editoriale Comunicare Italia.it è stato mediapartner e la Fondazione Paolo di Tarso, proprietaria dello stesso gruppo, ente patrocinante insieme alla Presidenza della Repubblica Italiana e ad altre Istituzioni, nell’organizzazione portata avanti da Cybermed.eu il Portale Europeo di informazione medico scientifica e naturalmente dall’Associazione “Un cuore per tutti…tutti per un cuore” onlus, ideatrice e promotrice, che ricordiamo proprio per il lavoro svolto è stata insignita della medaglia d’oro della Presidenza della Repubblica Italiana per l’impegno profuso a favore dell’infanzia.

“Fino alla edificazione del villaggio che accogliesse i numerosi bambini, queste piccole creature, vivevano nell’immondizia” – racconta Ivo Pulcini, il medico della bellezza e della salute, presidente dell’Associazione ‘Un cuore per tutti, tutti per un cuore’, che ogni anno promuove il Gala, appuntamento di grande valore ecumenico.

“Ed è stato straordinario – dice ancora Ivo Pulcini – vedere come i bambini, durante l’inaugurazione avessero elaborato per l’occasione ‘un canto alla casa’, dove commuovendosi cantavano come ‘la loro casa avesse un tetto o un letto’. Sono felice che l’Associazione sia riuscita a raggiungere un altro obiettivo concreto, che oggi porta il nome di mio padre Ugo Pulcini, “Barrio Ugo Pulcini”, cui è dedicato il villaggio, insieme ad altri risultati tangibili come la sopravvivenza in altre zone del mondo di circa 1650 bambini cardiopatici, con la realizzazione ad esempio anche dell’unità pediatrica dell’Ospedale di Damasco, grazie ad interventi tempestivi ed alla cooperazione delle associazioni destinatarie”.

Ricordiamo che il Gala di solidarietà è stata la serata di debutto anche di Simply Med e dei prodotti della Dieta Mediterranea, fondamentali per prevenire ed evitare cardiopatie, rischi cardiovascolari, obesità infantile, atti a ripristinare il corretto rapporto dell’uomo con il creato e l’ambiente.

Una bella storia di positività accaduta tra Roma e l’Argentina che ha testimoniato, quale successo di solidarietà, il Gruppo Comunicare Italia, anche con il Vaticanese.it, www.ilvaticanese.it, del Gruppo Editoriale finalizzato alla diffusione di informazione etica in rete e soprattutto facente capo ad un ente no profit, la Fondazione Paolo di Tarso, che da dieci anni è impegnata in attività di comunicazione – che come ha detto Papa Francesco – sia impostata sulla ‘verità, bontà e bellezza’. Una straordinaria coincidenza, in un gioco di squadra, ci fa ben sperare in un futuro migliore e ci invita a fare sempre meglio, anche per il tramite della potenza della rete, che se usata in maniera intelligente sostiene e aiuta scelte e azioni giuste.

Nel video fornitoci con grande gioia e soddisfazione dallo stesso Dott. Ivo Pulcini, ecco cosa è accaduto in Argentina e come è sorto il villaggio del Chago, iniziato il 24 settembre 2005 e che ora ospita più di cento bambini e le loro famiglie. Per visionare il video www.tuttiperuncuore.org.