Dopo il presunto raid israeliano in Siria cresce la tensione nel Vicino Oriente

Must read

Covid, le ultime news. La Cina ammette: “I nostri vaccini hanno bassa efficacia”. LIVE

Pechino per la prima volta parla della scarsa validità dei suoi farmaci anti Covid: "Non hanno un...

Il Papa: la fede non sia a metà, ma dia e si faccia dono

I cristiani non restino indifferenti, non vivano una fede a metà. Nella II Domenica di Pasqua della Divina Misericordia, Francesco, celebrando la...

Papa: stupirsi di fronte a Gesù che trionfa sulla croce

Un invito a ripartire dallo stupore di fronte all’amore di Cristo. É quello levato dal Papa, dall’altare della Cattedra nella Basilica Vaticana,...

Papa Francesco: “realizzare attività museali e culturali negli edifici annessi alla basilica lateranense”

“Realizzare, nel complesso di quello che è stato per secoli noto come ‘Patriarchio lateranense’, attività museali e...

Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon
Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon

Damasco – Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon ha espresso «profonda preoccupazione» per il rischio di un aumento della tensione nel Vicino Oriente dopo il presunto raid israeliano in territorio siriano. «In questo momento, le Nazioni Unite non hanno i dettagli dell’incidente — ha dichiarato — né l’Onu è in grado di verificare in modo indipendente quello che è successo». Il segretario generale ha quindi rivolto un appello a «tutti gli interessati a evitare tensioni o un’escalation delle violenze nella regione, e ad applicare rigorosamente il diritto internazionale, in particolare nel rispetto dell’integrità territoriale e della sovranità di tutti i Paesi nella regione».

Ancora non è chiaro cosa sia accaduto nella notte tra martedì e mercoledì: la Nato e l’Onu affermano di non avere informazioni sufficienti. Le ipotesi sono contrastanti. Il Governo israeliano non ha confermato ufficialmente il raid. La Siria invece, come si legge in una nota governativa, «ritiene Israele e coloro che lo proteggono nel Consiglio di sicurezza responsabili delle conseguenze dell’attacco e conferma il proprio diritto alla difesa della terra e della sovranità». L’Esercito siriano afferma che i missili israeliani hanno centrato e parzialmente distrutto il sito militare di Jamraya, considerato il polo tecnologico più avanzato del Paese.

Fonte: Osservatore Romano

- Advertisement -

More articles

- Advertisement -

Latest article

Covid, le ultime news. La Cina ammette: “I nostri vaccini hanno bassa efficacia”. LIVE

Pechino per la prima volta parla della scarsa validità dei suoi farmaci anti Covid: "Non hanno un...

Il Papa: la fede non sia a metà, ma dia e si faccia dono

I cristiani non restino indifferenti, non vivano una fede a metà. Nella II Domenica di Pasqua della Divina Misericordia, Francesco, celebrando la...

Papa: stupirsi di fronte a Gesù che trionfa sulla croce

Un invito a ripartire dallo stupore di fronte all’amore di Cristo. É quello levato dal Papa, dall’altare della Cattedra nella Basilica Vaticana,...

Papa Francesco: “realizzare attività museali e culturali negli edifici annessi alla basilica lateranense”

“Realizzare, nel complesso di quello che è stato per secoli noto come ‘Patriarchio lateranense’, attività museali e...

Libertà Civica – Noi Popolari: è la nuova rete civica dei popolati di Toniolo e Sturzo

Grande partecipazione ed entusiasmo all’incontro nazionale online del 3 marzo in occasione del battesimo di Libertà Civica - Noi Popolari. Abbiamo assistito...