Eletto il successore di San Francesco, riconfermato padre Marco Tasca: abbiamo radici e ali

Must read

Stop war: Preservare la cultura per scongiurare un conflitto globale.

a cura della Redazione/ La Fondazione Culturale "Paolo di Tarso", Città della Pace, patrocina in questi giorni, con...

MetaversoCOSENZA, boom di visite e interesse culturale e scientifico

Un mondo parallelo, virtuale, emozionale entra in rete dalla Biblioteca Nazionale di Cosenza. E' l'Ecosistema Digitale della Cultura "MetaversoCOSENZA" che ha saputo riunire in una sola piattaforma...
00:01:57

2021 in review with Pope Francis

Relive the high points of 2021 with Pope Francis Fonte Canale Youtube Vatican News

Il 2021 di Francesco tra viaggi, riforme e le sfide di Covid e salute

Salvatore Cernuzio – Città del Vaticano Tre viaggi apostolici internazionali, dalle rovine dell’Iraq alle periferie della Slovacchia fino al...

Padre Marco Tasca Ministro Generale dell'Ordine dei Frati Minori Conventual
Padre Marco Tasca Ministro Generale dell'Ordine dei Frati Minori Conventual

E’ Padre Marco Tasca il 119° successore di San Francesco. E’ stato rieletto Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali dai 99 religiosi provenienti dai cinque continenti riuniti nel salone Papale del Sacro Convento di Assisi.
Il capitolo generale dei Frati Minori Conventuali lo ha confermato dopo dieci giorni di preghiera, confronti e verifiche. “E stato un grande dono – ha dichiarato il Ministro Tasca – servire per 6 anni la società e i frati sparsi nel mondo. Vedere con quanta fantasia, quanta voglia di vivere il Vangelo c’è, quanta vicinanza alla gente e ai poveri c’è e quanta voglia di futuro c’è nei nostri frati. Ed è per questo che dire ancora si è un ridare fiducia al Signore e ai miei frati. Prego il Signore e San Francesco che ci dia la grazia di essere testimoni di bellezza e speranza. Abbiamo un grande sogno da vivere con Francesco: radici e ali. Siamo custodi della vita di Francesco, del suo carisma, dei suoi sogni, delle sue fatiche e di quello che ha vissuto, tutto questo ci spinge ancor di più ad essere in sintonia con la proposta che lui ha fatto”.

Pensando ai diversi conflitti presenti nel mondo il Ministro Generale ha sottolineato “l’importanza dell’interculturalità legata alla possibilità di accogliersi nella diversità delle proprie identità. Questo lo dimostriamo con la nostra stessa vita e penso che questa possa essere una strada che conduca alla pace, soprattutto in quei luoghi dove sono presenti conflitti etnici e guerre fratricide che si contano ad oggi in 36 paesi diversi. E’, inoltre, estremamente importante il dialogo con l’Islam. Il capitolo 16 della Regola non bollata ci dice, infatti, che la prima modalità relazionale è legata ad un’esistenza e testimonianza pacifica, ponendosi senza litigiosità”.

Fonte: www.sanfrancesco.org

- Advertisement -

More articles

- Advertisement -

Latest article

Stop war: Preservare la cultura per scongiurare un conflitto globale.

a cura della Redazione/ La Fondazione Culturale "Paolo di Tarso", Città della Pace, patrocina in questi giorni, con...

MetaversoCOSENZA, boom di visite e interesse culturale e scientifico

Un mondo parallelo, virtuale, emozionale entra in rete dalla Biblioteca Nazionale di Cosenza. E' l'Ecosistema Digitale della Cultura "MetaversoCOSENZA" che ha saputo riunire in una sola piattaforma...
00:01:57

2021 in review with Pope Francis

Relive the high points of 2021 with Pope Francis Fonte Canale Youtube Vatican News

Il 2021 di Francesco tra viaggi, riforme e le sfide di Covid e salute

Salvatore Cernuzio – Città del Vaticano Tre viaggi apostolici internazionali, dalle rovine dell’Iraq alle periferie della Slovacchia fino al...

Iss, sale occupazione terapie intensive Lombardia, Lazio, Piemonte e Sicilia gialle da lunedì

In aumento il tasso di occupazione in terapia intensiva: è al 12,9% (secondo la rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 30 dicembre)...