Sud Corea. I vescovi sulle presidenziali: “Scegliete promotori di giustizia e di pace”

Must read

Stop war: Preservare la cultura per scongiurare un conflitto globale.

a cura della Redazione/ La Fondazione Culturale "Paolo di Tarso", Città della Pace, patrocina in questi giorni, con...

MetaversoCOSENZA, boom di visite e interesse culturale e scientifico

Un mondo parallelo, virtuale, emozionale entra in rete dalla Biblioteca Nazionale di Cosenza. E' l'Ecosistema Digitale della Cultura "MetaversoCOSENZA" che ha saputo riunire in una sola piattaforma...
00:01:57

2021 in review with Pope Francis

Relive the high points of 2021 with Pope Francis Fonte Canale Youtube Vatican News

Il 2021 di Francesco tra viaggi, riforme e le sfide di Covid e salute

Salvatore Cernuzio – Città del Vaticano Tre viaggi apostolici internazionali, dalle rovine dell’Iraq alle periferie della Slovacchia fino al...


Seguire, come criteri di scelta, chi opera per la giustizia, l’equità e la pace
. Queste le indicazioni dei vescovi sudcoreani alla popolazione a sette mesi dalle elezioni presidenziali che si svolgeranno nel mese di dicembre e che, ricordano i presuli, sono un appuntamento importante non solo per il bene del singolo, ma anche “per la promozione della giustizia sociale e del bene comune”. In un messaggio firmato dal segretario esecutivo della Conferenza episcopale, padre Thaddaeus Lee Ki-shelf, e fatto pervenire all’agenzia Fides, si mettono in guardia gli elettori dalle “promesse vuote” e dalle “parole seducenti” e si esorta a ricercare la saggezza, come insegna il Deuteronomio: “Scegliete uomini saggi, intelligenti, e con esperienza da ognuna delle vostre tribù, e io li costituirò vostri capi” (Dt 1,13). La campagna elettorale, che entra ora nella sua fase più “calda” spazia, per quanto riguarda la politica interna, dal tema della crescita economica a quello relativo al disagio sociale; sul fronte della politica estera, affronta la questione dei rapporti con la Corea del Nord. Alle elezioni l’attuale presidente in carica, Lee Myung Bak, non potrà ripresentarsi perché la Costituzione vieta la possibilità di un secondo mandato, perciò i conservatori puntano su una donna, Park Geun Hye, figlia dell’ex dittatore militare Park Chung Hee; il partito democratico dell’Unificazione all’opposizione, invece, non ha ancora scelto il proprio candidato. (R.B.)

Fonte: Radio Vaticana

- Advertisement -

More articles

- Advertisement -

Latest article

Stop war: Preservare la cultura per scongiurare un conflitto globale.

a cura della Redazione/ La Fondazione Culturale "Paolo di Tarso", Città della Pace, patrocina in questi giorni, con...

MetaversoCOSENZA, boom di visite e interesse culturale e scientifico

Un mondo parallelo, virtuale, emozionale entra in rete dalla Biblioteca Nazionale di Cosenza. E' l'Ecosistema Digitale della Cultura "MetaversoCOSENZA" che ha saputo riunire in una sola piattaforma...
00:01:57

2021 in review with Pope Francis

Relive the high points of 2021 with Pope Francis Fonte Canale Youtube Vatican News

Il 2021 di Francesco tra viaggi, riforme e le sfide di Covid e salute

Salvatore Cernuzio – Città del Vaticano Tre viaggi apostolici internazionali, dalle rovine dell’Iraq alle periferie della Slovacchia fino al...

Iss, sale occupazione terapie intensive Lombardia, Lazio, Piemonte e Sicilia gialle da lunedì

In aumento il tasso di occupazione in terapia intensiva: è al 12,9% (secondo la rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 30 dicembre)...