Una Mostra dedicata a Luca Signorelli: “de ingegno et spirto pelegrino”

Must read

Stop war: Preservare la cultura per scongiurare un conflitto globale.

a cura della Redazione/ La Fondazione Culturale "Paolo di Tarso", Città della Pace, patrocina in questi giorni, con...

MetaversoCOSENZA, boom di visite e interesse culturale e scientifico

Un mondo parallelo, virtuale, emozionale entra in rete dalla Biblioteca Nazionale di Cosenza. E' l'Ecosistema Digitale della Cultura "MetaversoCOSENZA" che ha saputo riunire in una sola piattaforma...
00:01:57

2021 in review with Pope Francis

Relive the high points of 2021 with Pope Francis Fonte Canale Youtube Vatican News

Il 2021 di Francesco tra viaggi, riforme e le sfide di Covid e salute

Salvatore Cernuzio – Città del Vaticano Tre viaggi apostolici internazionali, dalle rovine dell’Iraq alle periferie della Slovacchia fino al...

News Art
Il 21 aprile 2012 sarà inaugurata una straordinaria mostra dedicata a Luca Signorelli (Cortona 1445-1523), uno fra i più rilevanti artisti del Rinascimento a cui non si dedica una rassegna monografica da orma cinquant’anni.  La mostra avrà tre location distine: nella Galleria Nazionale dell’Umbria in Perugia; nel Duomo, nel Museo dell’Opera e nella chiesa dei Santissimi Apostoli in Orvieto e nella Pinacoteca Comunale di Città di Castello.

La mostra sarà curata da Fabio De Chirico, Vittoria Garibaldi, Tom Henry e Francesco Federico Mancini. Sessantasei le opere esposte del pittore cortonese.

La mostra ha ottenuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Direzione Regionale per i Beni Culturali e Soprintendenza per i Beni Storici Artici ed Etnoantropologici dell’Umbria), della Regione Umbria, delle Province di Perugia e di Terni, dei Comuni di Perugia, Orvieto e Città di Castello, delle Diocesi di Perugia, Orvieto e Città di Castello, delle Fondazioni delle Casse di Risparmio di Perugia, Orvieto e Città di Castello, delle Camere di Commercio di Perugia e di Terni e della dall’Università degli Studi di Perugia.

La mostra ha un titolo assai suggestivo: Luca Signorelli “de ingegno et spirto pelegrino”. Esso altro non è che le parole con cui il padre di Raffaello, Giovanni Santi, definì l’artista rinascimentale.

L’evento è da considerarsi come un altro luminoso passo del percorso intrapreso dalla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici dell’Umbria e dall’Università degli Studi di Perugia al fine di ridare vigore mnemonico alle opere degli artisti più rappresentativi della stagione rinascimentale in Umbria. Tale cammino è stato iniziato nel 2004 con la mostra Perugino il divin pittore, proseguito nel 2008 con Pintoricchio e nel 2009 con Piermatteo d’Amelia.

Come da copione delle grandi mostre anche per questa stupenda rassegna saranno organizzati itinerari di visita nei siti che conservano opere dell’artista.

La Mostra sarà aperta sino al 26 Agosto

- Advertisement -

More articles

- Advertisement -

Latest article

Stop war: Preservare la cultura per scongiurare un conflitto globale.

a cura della Redazione/ La Fondazione Culturale "Paolo di Tarso", Città della Pace, patrocina in questi giorni, con...

MetaversoCOSENZA, boom di visite e interesse culturale e scientifico

Un mondo parallelo, virtuale, emozionale entra in rete dalla Biblioteca Nazionale di Cosenza. E' l'Ecosistema Digitale della Cultura "MetaversoCOSENZA" che ha saputo riunire in una sola piattaforma...
00:01:57

2021 in review with Pope Francis

Relive the high points of 2021 with Pope Francis Fonte Canale Youtube Vatican News

Il 2021 di Francesco tra viaggi, riforme e le sfide di Covid e salute

Salvatore Cernuzio – Città del Vaticano Tre viaggi apostolici internazionali, dalle rovine dell’Iraq alle periferie della Slovacchia fino al...

Iss, sale occupazione terapie intensive Lombardia, Lazio, Piemonte e Sicilia gialle da lunedì

In aumento il tasso di occupazione in terapia intensiva: è al 12,9% (secondo la rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 30 dicembre)...