Una Mostra dedicata a Luca Signorelli: “de ingegno et spirto pelegrino”

Must read

Famiglia oggi, con Gigi De Palo e Francesco Gallo. Incontro pubblico promosso dall’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”.

“Famiglia: a che punto siamo? Dialoghi su crisi demografica, assegno unico, alleanza educativa”.  E' questo il tema generale...

Covid, le ultime news. La Cina ammette: “I nostri vaccini hanno bassa efficacia”. LIVE

Pechino per la prima volta parla della scarsa validità dei suoi farmaci anti Covid: "Non hanno un...

Il Papa: la fede non sia a metà, ma dia e si faccia dono

I cristiani non restino indifferenti, non vivano una fede a metà. Nella II Domenica di Pasqua della Divina Misericordia, Francesco, celebrando la...

Papa: stupirsi di fronte a Gesù che trionfa sulla croce

Un invito a ripartire dallo stupore di fronte all’amore di Cristo. É quello levato dal Papa, dall’altare della Cattedra nella Basilica Vaticana,...

News Art
Il 21 aprile 2012 sarà inaugurata una straordinaria mostra dedicata a Luca Signorelli (Cortona 1445-1523), uno fra i più rilevanti artisti del Rinascimento a cui non si dedica una rassegna monografica da orma cinquant’anni.  La mostra avrà tre location distine: nella Galleria Nazionale dell’Umbria in Perugia; nel Duomo, nel Museo dell’Opera e nella chiesa dei Santissimi Apostoli in Orvieto e nella Pinacoteca Comunale di Città di Castello.

La mostra sarà curata da Fabio De Chirico, Vittoria Garibaldi, Tom Henry e Francesco Federico Mancini. Sessantasei le opere esposte del pittore cortonese.

La mostra ha ottenuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Direzione Regionale per i Beni Culturali e Soprintendenza per i Beni Storici Artici ed Etnoantropologici dell’Umbria), della Regione Umbria, delle Province di Perugia e di Terni, dei Comuni di Perugia, Orvieto e Città di Castello, delle Diocesi di Perugia, Orvieto e Città di Castello, delle Fondazioni delle Casse di Risparmio di Perugia, Orvieto e Città di Castello, delle Camere di Commercio di Perugia e di Terni e della dall’Università degli Studi di Perugia.

La mostra ha un titolo assai suggestivo: Luca Signorelli “de ingegno et spirto pelegrino”. Esso altro non è che le parole con cui il padre di Raffaello, Giovanni Santi, definì l’artista rinascimentale.

L’evento è da considerarsi come un altro luminoso passo del percorso intrapreso dalla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici dell’Umbria e dall’Università degli Studi di Perugia al fine di ridare vigore mnemonico alle opere degli artisti più rappresentativi della stagione rinascimentale in Umbria. Tale cammino è stato iniziato nel 2004 con la mostra Perugino il divin pittore, proseguito nel 2008 con Pintoricchio e nel 2009 con Piermatteo d’Amelia.

Come da copione delle grandi mostre anche per questa stupenda rassegna saranno organizzati itinerari di visita nei siti che conservano opere dell’artista.

La Mostra sarà aperta sino al 26 Agosto

- Advertisement -

More articles

- Advertisement -

Latest article

Famiglia oggi, con Gigi De Palo e Francesco Gallo. Incontro pubblico promosso dall’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”.

“Famiglia: a che punto siamo? Dialoghi su crisi demografica, assegno unico, alleanza educativa”.  E' questo il tema generale...

Covid, le ultime news. La Cina ammette: “I nostri vaccini hanno bassa efficacia”. LIVE

Pechino per la prima volta parla della scarsa validità dei suoi farmaci anti Covid: "Non hanno un...

Il Papa: la fede non sia a metà, ma dia e si faccia dono

I cristiani non restino indifferenti, non vivano una fede a metà. Nella II Domenica di Pasqua della Divina Misericordia, Francesco, celebrando la...

Papa: stupirsi di fronte a Gesù che trionfa sulla croce

Un invito a ripartire dallo stupore di fronte all’amore di Cristo. É quello levato dal Papa, dall’altare della Cattedra nella Basilica Vaticana,...

Papa Francesco: “realizzare attività museali e culturali negli edifici annessi alla basilica lateranense”

“Realizzare, nel complesso di quello che è stato per secoli noto come ‘Patriarchio lateranense’, attività museali e...