Redazione Il Vaticanese

Unità d’Italia: il ruolo attivo dei cattolici

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Unità d'Italia

È un “ruolo attivo” quello svolto dai cattolici dell’800 nel processo di unificazione italiano. A metterlo in luce il convegno nazionale dell’Unione giuristi cattolici italiani (Ugci) che si è tenuto a Torino dal 7 al 9 ottobre sul tema: “Il contributo dei cattolici all’Unità d’Italia”. Il convegno, organizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo, del Comitato Italia 150 e con il patrocinio della diocesi, degli enti locali e della regione della città di Torino, si è svolto sotto l’Alto patronato della presidenza della Repubblica e, si legge in una nota diffusa oggi dall’Ugci, “ha contribuito a fare chiarezza sul ruolo dei cattolici in un periodo cruciale della storia” del nostro Paese. All’incontro sono intervenuti studiosi di discipline storiche e giuridiche provenienti da tutt’Italia, tra i quali Francesco Traianello, Marcello Gallo, Gianfranco Garancini e, in qualità di presidente centrale dell’Unione, Francesco D’Agostino. “Le relazioni presentate nelle varie giornate di lavoro – prosegue la nota – e i dibattiti che sono seguiti hanno contribuito a fare luce sul ruolo attivo svolto dai cattolici nel processo di unificazione italiano, superando vecchi schemi ideologici e contrapposizioni polemiche”. I lavori hanno evidenziato “come il ruolo dei cattolici dell’800 non sia stato né di cieca opposizione, né di acritica accettazione degli ideali risorgimentali”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>