Fabio Gallo

Fabio Gallo: la Madonna oltraggiata verrà danzata

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Fabio Gallo il celebre coreografo di RAIUNO

La Madonnina del 15 Ottobre

insignito del Premio Tani, ha affermato che tra tutte le iniziative che prenderanno vita al fine di colmare il grande vuoto creato in tutti coloro i quali hanno visto e subito la distruzione della statua della Vergine di Lourdes sottratta alla Parrocchia di San Marcellino, quella dal direttore del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, Micha Van Hoecke, è per davvero straordinaria.

Questa decisione del Maestro Micha Van Hoecke – ha dichiarato Fabio Gallo è la prova del diretto intervento della Vergine nei cuori di Donne e Uomini di buona volontà. Essa – a parere del noto Coreografo e Regista – ha colto il profondo malessere dei giovani indignati a giusta ragione e si è immolata per essi. Non è – continua l’artista – una visione folle ma solo un pensiero logico. Mai come oggi la Madonna, la Madre di Cristo, la Chiesa stessa, è vicina alle Famiglie e ai Giovani del mondo. Lo dimostrano i fatti. Non dimentichiamo che solo alcuni giorni addietro il Santo Padre nel corso della sua Visita Pastorale in Calabria, a Lamezia Terme, ha pronunciato parole di assoluta Verità a sostegno dei giovani in gravissima difficoltà. Oggi, a Todi, anche S. E. Reverendissima il cardinale Angelo Bagnasco ha ribadito le preoccupazioni della stessa Chiesa per i Giovani auspicando il nuovo impegno di tutti i cattolici. La madre di Cristo si è lasciata fare a pezzi per ricordarci che abbiamo un cuore e non è un caso – conclude la ex Stella del balletto indicata dal Presidente della Repubblica Italiana nel 2001 come “ambasciatore di Pace per mezzo dell’Arte e della fede” – che a ricostruirla vogliano essere i sofferenti del Ceis di Don Picchi. Dobbiamo ringraziare quel giovane sbandato perché sbagliando, e gli errori servono a questo, ci ha fatto guardare molto, molto lontano: al centro del nostro cuore. E’ li che ci attende Maria. Li, danzeremo tutti”.

CEIS DONA STATUA ALLA CHIESA PROFANATA

E’ infatti L’associazione Famiglie del Ceis – l’organizzazione contro la droga fondata da don Mario Picchi – ha deciso di donare alla chiesa di San Marcellino una statua della Madonna per sostituire quella “oltraggiata dai black bloc e distrutta da una furia inspiegabile”. Lo scrive il presidente del Ceis Roberto Mineo, in una lettera inviata al vicario di Roma, cardinale Agostino Vallini. “I video trasmessi dalla televisione e le foto pubblicate oggi dai giornali – si legge nel testo – hanno creato disagio in chi, come noi, crede che le immagini sacre debbano essere sempre rispettate. Non possiamo piegarci alla sopraffazione di chi spazza via tutto, attacca le forze dell’ordine, piega al proprio volere la sofferenza di centinaia e centinaia di ragazzi che erano invece scesi in piazza per esprimere democraticamente e pacificamente il proprio disagio sociale”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>