Il Papa a Giorgio Napolitano: rinnovamento etico per il bene della diletta Italia

Must read

Famiglia oggi, con Gigi De Palo e Francesco Gallo. Incontro pubblico promosso dall’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”.

“Famiglia: a che punto siamo? Dialoghi su crisi demografica, assegno unico, alleanza educativa”.  E' questo il tema generale...

Covid, le ultime news. La Cina ammette: “I nostri vaccini hanno bassa efficacia”. LIVE

Pechino per la prima volta parla della scarsa validità dei suoi farmaci anti Covid: "Non hanno un...

Il Papa: la fede non sia a metà, ma dia e si faccia dono

I cristiani non restino indifferenti, non vivano una fede a metà. Nella II Domenica di Pasqua della Divina Misericordia, Francesco, celebrando la...

Papa: stupirsi di fronte a Gesù che trionfa sulla croce

Un invito a ripartire dallo stupore di fronte all’amore di Cristo. É quello levato dal Papa, dall’altare della Cattedra nella Basilica Vaticana,...

Sua Santità Benedetto XVI

E dalla visita in Germania del Santo Padre che emerge un nuovo monito diretto al cuore del mondo politico. Nel messaggio inviato al Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano Benedetto XVI ha detto “io la saluto e accompagno il mio saluto con  l’auspicio di un sempre più intenso rinnovamento etico per il bene della diletta Italia”.

Alla maggior parte dei giornalisti presenti queste parole sono suonate come un invito diretto al Presidente del Consiglio italiano Silvio Berlusconi e soprattutto alla situazione morale generale della politica italiana. Queste parole sino ad oggi non erano mai state adottate in precedenza in modo così chiaro.

Il Sommo Pontefice ha inteso inquadrare il ruolo etico della politica attraverso la citazione della Bibbia che vuole indicarci definitivamente che cosa deve essere importante per un politico. Quindi la motivazione per il suo lavoro non deve essere il successo e tantomeno il profitto materiale . “Bisogna stare attenti al successo – ha spiegato il Santo padre – perché può essere anche una seduzione e può aprire la strada alla contraffazione del diritto e alla distruzione della Giustizia.

Ha detto una frase per concludere Benedetto XVI richiamando Sant’Agostino: “Togli il diritto e allora che cosa distingue lo Stato da una grossa banda di briganti?

Noi Tedeschi sappiamo bene – ha affermato ancora Sua Santità – che cosa abbiamo passato per una situazione del genere.

Ecco – ha concluso il Santo Padre – queste cose non devono più accadere”.

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Famiglia oggi, con Gigi De Palo e Francesco Gallo. Incontro pubblico promosso dall’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”.

“Famiglia: a che punto siamo? Dialoghi su crisi demografica, assegno unico, alleanza educativa”.  E' questo il tema generale...

Covid, le ultime news. La Cina ammette: “I nostri vaccini hanno bassa efficacia”. LIVE

Pechino per la prima volta parla della scarsa validità dei suoi farmaci anti Covid: "Non hanno un...

Il Papa: la fede non sia a metà, ma dia e si faccia dono

I cristiani non restino indifferenti, non vivano una fede a metà. Nella II Domenica di Pasqua della Divina Misericordia, Francesco, celebrando la...

Papa: stupirsi di fronte a Gesù che trionfa sulla croce

Un invito a ripartire dallo stupore di fronte all’amore di Cristo. É quello levato dal Papa, dall’altare della Cattedra nella Basilica Vaticana,...

Papa Francesco: “realizzare attività museali e culturali negli edifici annessi alla basilica lateranense”

“Realizzare, nel complesso di quello che è stato per secoli noto come ‘Patriarchio lateranense’, attività museali e...